cover of Vite che sono anche la mia | Lisa Ginzburg

l’ITC Teatro ospita Vite che sono anche la mia, rassegna letteraria dedicata ad autobiografia e immaginazione a cura di Ornella Mastrobuoni.

Sugli scaffali delle librerie dilagano generi ibridi: romanzi autobiografici, non-fiction novel, autofiction… Che fine ha fatto la pura invenzione? O non è vero piuttosto che per i narratori la fantasia è sempre memoria, testimonianza, come scriveva vent’anni fa Lalla Romano? Come entra dunque l’elemento autobiografico nei romanzi? Come avviene la trasfigurazione da vita vissuta a invenzione? Che ruolo gioca la memoria nel processo immaginativo? Si può misurare la distanza tra chi scrive e i suoi personaggi, le storie che racconta? A queste e altre domande saranno invitati a rispondere due scrittrici e due scrittori in una serie di conversazioni aperte al pubblico, il venerdì sera presso l’ITC Teatro di San Lazzaro.

Il giorno successivo, il sabato mattina presso la Mediateca di San Lazzaro, ciascuno di loro incontrerà un piccolo gruppo di persone interessate a fare esperienza di scrittura e, nel corso di un laboratorio, proporrà esercizi di scrittura seguiti dalla condivisione in gruppo e da una riflessione sui meccanismi narrativi messi in atto.


Lisa Ginzburg, scrittrice e saggista, dopo un perfezionamento alla Normale di Pisa e dopo essersi occupata di mistica francese del Seicento, ha lavorato a Parigi, dove è stata direttrice di cultura della Unione latina. Nel 2021 è tornata a vivere in Italia. Ha pubblicato con Feltrinelli il romanzo Desiderava la bufera (2002) e la raccolta di racconti Colpi d’ala (2006). Ha curato con Cesare Garboli È difficile parlare di sé di Natalia Ginzburg (Einaudi 1999). Del 2016 è il romanzo Per amore (Marsilio). È autrice dei pamphlet Buongiorno mezzanotte, torno a casa (Italo Svevo edizioni 2018) e Pura invenzione. Dodici variazioni su Frankenstein di Mary Shelley (Marsilio 2019). Il suo ultimo romanzo Cara pace (Ponte alle Grazie) 2020 è entrato nella dozzina del Premio Strega 2021.


Vite che sono anche la mia

Lisa Ginzburg

a cura di Ornella Mastrobuoni

conversazione con Ludovica Danieli

letture di Micaela Casalboni


Ingresso libero fino a esaurimento posti

Prenotazione consigliata a questo link

Si comunica che per la partecipazione all’evento è richiesto il Green Pass. Si ricorda che all'interno del teatro è obbligatorio l'utilizzo della mascherina durante tutto lo svolgimento della serata. Si invita il pubblico a mantenere il distanziamento sociale in entrata e in uscita, i posti saranno distanziati come da indicazioni ministeriali.


Informazioni:
tel. 051 6270150 (biglietteria)
info@teatrodellargine.org
biglietteria@itcteatro.it

www.itcteatro.it

www.facebook.com/teatrodellargine

ven 29 ottobre | ore 21:00
@ITC Teatro

Vite che sono anche la mia | Lisa Ginzburg

conversazione con Ludovica Danieli, letture di Micaela Casalboni  | ITC Teatro - Eventi 2021/2022