cover of Michael Beutler. Waffeler
Michael Beutler, Sandwich Walls, 2008, carta per manifesti, compensato, legno, colla da legno.

In esposizione l’opera Sandwich Walls di Michael Beutler, 2008, carta per manifesti, compensato, legno, colla da legno.

“Come le api producono abitazioni esagonali chiamate alveari per le loro larve, anche gli umani adottano queste forme per creare costruzioni leggere, stabili, e con risparmio di materiale. Queste strutture sono però raramente visibili come accade invece all’interno della casa delle api. Rivestimenti o fogli di alluminio coprono generalmente queste strutture al loro interno, impossibili da vedere per il fruitore abituale.
Sandwich Walls mostra l’intero luogo di produzione di una costruzione ad alveare costruita all’interno di mura e fatto dei materiali contenuti all’interno della struttura. C’è una lunga apparecchiatura di legno con un piccolo argano da una parte, che è usata per incollare fogli A4 in file e strati per creare il nucleo ad alveare dei muri. Ci sono due scatole quadrate aperte, una più piccola con una bassa cornice di legno e una più grande contenente un’area di 2x2 mt con una cornice, alta quanto il lato corto di un foglio A4 (21 cm).
Il pannello piatto è usato per intingere la struttura ad alveare nella colla, che si espande sull’intera superficie del tavolo, la forma più grande è la struttura che pressa, al cui interno il nucleo dell’alveare è chiuso come in un panino - incollato all’interno dei due coperchi. Le forme che vengono prodotte misurano 200x200x21 cm. Nucleo e coperchi sono fatti di un tipo di carta da manifesti acquistata in un negozio di carta locale. (...) Non ci sono lavori in corso quando il visitatore viene in visita al luogo di produzione. Tutti gli attrezzi sono riposti, i muri sono sistemati in modo da creare un insieme molto omogeneo di volumi speciali all’interno del luogo della mostra. Non c’è una performance. Potrebbe esserci soltanto un leggero eco del muoversi delle mani al lavoro. La colla potrebbe essere ancora umida, perché gli ultimi pannelli potrebbero essere stati costruiti sul luogo stesso della mostra. (...) Nessun muro è uguale a un altro. Sono tutti pezzi unici che contengono soltanto un altro colore e una prova di carta. Il lavoro non è fatto per un mercato di massa, è fatto solo per sperimentare e giocare, per lavorare con i materiali a disposizione e confrontarsi con lo spazio fornito dal luogo della mostra. È un lavoro che ha luogo in libertà e indipendenza.
[Michael Beutler]


Kappanoun, insieme a 10Lines e Fondazione Massimo e Sonia Cirulli, è parte della rete Clan Lazzaro che inaugura per ART CITY Bologna 2021. Cellule indipendenti, eterogenee e complementari, i membri di Clan Lazzaro si organizzano antigerarchicamente per coagularsi in eventi che mettano in luce produzione artistica, collezionismo e display dell’Arte.
Un processo di aggregazione decentralizzato situato lungo la Via Emilia.

Installazione di opera unica

- a cura di Kappa-Nöun
- in collaborazione con Comune di San Lazzaro di Savena


Orari di apertura ART CITY Bologna:

Giovedì 6 maggio h 18-21.30
Venerdì 7 maggio: h 10-20
Sabato 8 e domenica maggio: h 10-21.30
Visite su prenotazione scrivendo a kappanounart@gmail.com.

Sabato 8 e domenica 9 maggio alle h 16.30 è prevista una navetta gratuita in partenza dal MAMbo (fermata BUS lato museo) e diretta al CLAN LAZZARO (Fondazione Massimo e Sonia Cirulli, 10 Lines, Kappa-Nöun). Orario di rientro previsto per le h 21.
Posti limitati con prenotazione obbligatoria entro la giornata precedente, telefonando ai numeri: 051 6496632 e 051 6496637 nei giorni 5, 6, 7, 8 e 9 maggio h 10-20; 345 3649649 nei giorni 5-6 maggio h 10-18.

Orari di apertura ordinari:

Visite su prenotazione scrivendo a kappanounart@gmail.com.

Ingresso:

gratuito

da gio 6 mag — a lun 31 mag
@Kappa-Nöun

Michael Beutler. Waffeler

installazione di opera unica | programma istituzionale ART CITY Bologna 2021