cover of Mi chiamo Andrea e faccio fumetti
foto di Riccardo Farina

La storia di Andrea Pazienza un po’ disegnata e un po’ raccontata. 

Bologna e le contestazioni studentesche, gli amori e le crudeltà tra i banchi di scuola del Liceo Fermi, Bologna e gli anni’80: chi non si ricorda i fumetti delle avventure dell’universitario damsiano Pentothal, del cinico Zanardi e del politico Pertini?

Attraverso le parole scritte da Christian Poli, l’artista Andrea Santonastaso attraversa la vita di uno dei fumettisti più conosciuti: Andrea Pazienza.

Lo fa entrando “dentro” nelle sue opere e a Gli ultimi giorni di Pompeo, con un monologo disegnato che vuole essere un ricordo ad alta voce del genio creativo che fu Pazienza, che ancora oggi non smette mai di meravigliare.

Mi chiamo Andrea, faccio fumetti è una biografia, ma non è una biografia.
È un monologo disegnato.
È un omaggio che non vuole omaggiare nessuno.
È una dichiarazione di resa di fronte alle sentenze perentorie del destino.
È l’ennesima constatazione di un Salieri di fronte ad un Mozart.


di Christian Poli
regia Nicola Bonazzi
con Andrea Santonastaso
produzione Compagnia del Teatro dell’Argine


Info e prenotazioni
ingresso gratuito con prenotazione obbligatoria

Prenotazione e vendita
bologna.emiliaromagnateatro.com
biglietteria@arenadelsole.it
051.2910910

Teatro Arena del Sole
via Indipendenza 44, Bologna
feriali dal martedì al sabato ore 11-14 e 16.30-19
dal 22 giugno ore 16-19

In Piazza San Francesco da un’ora prima dell’inizio della rappresentazione

sab 19 giugno | ore 21:30
@Piazza San Francesco

Mi chiamo Andrea e faccio fumetti

San Francesco di sera. Questa piazza è uno spettacolo!