cover of La finestra di Mandela
ph Matteo Chiura

sabato 12 giugno 2021
ore 20.45

La finestra di Mandela (1 - 4 anni), spettacolo de La Baracca-Testoni Ragazzi 
Di e con Roberto Frabetti, regia Valeria Frabetti, scenografie di Vanni Braga


C’era una volta Elefantenero che viveva chiuso dentro a un frigorifero, bianco. Qualcuno l’aveva rinchiuso e non lo faceva più uscire. Quel frigorifero era stretto, stretto, ma aveva un buco per far uscire la proboscide e respirare l’aria del mare, e una finestra piccola piccola da cui guardare il cielo, vedere le nuvole, il sole, la pioggia e… l’arcobaleno. Così, quando il giorno il frigorifero si apre, Elefantenero viaggia e viaggia, e giorno dopo giorno passa davanti a tante finestre, grandi e piccole, e incontra altri animali, pronti a partire con lui: un ippopotamo con la sua barca a rotelle, un gorilla di montagna che ama saltare, un rinoceronte bianco che danza guardando le nuvole, una leonessa e un leone che ballano lunghi tanghi appassionati, una giraffa distratta che cavalca un razzo e uno struzzo che sa quando arriverà la pioggia. La finestra di Mandela è una lunga narrazione surreale ispirata al quadro omonimo di Vanni Braga, dedicato a quella finestra attraverso cui il prigioniero 46664, dalla sua cella, immaginava un Sudafrica nuovo, la “nazione arcobaleno”.

Durata: 35’


Biglietti 6,5€ disponibili solo online. In caso di pioggia, lo spettacolo è annullato. 
All’ingresso verrà effettuato il triage, con misurazione della temperatura. È obbligatorio indossare una mascherina chirurgica dai 6 anni in su, per tutto il tempo di permanenza e in ogni ambiente del teatro. Sarà garantito il distanziamento tra i diversi nuclei famigliari. Maggiori informazioni sulle misure di prevenzione e sicurezza a questa pagina.

Informazioni: 051 4153718 (dal mercoledì al venerdì dalle 14.00 alle 16.00, e un’ora prima di ciascun appuntamento) o informazioni@testoniragazzi.it

sab 12 giugno | ore 20:45
@Cortile del Teatro Testoni Ragazzi

La finestra di Mandela

SerEstate - La cultura si fa spazio