Cultura Bologna
copertina di Yuri Ancarani. Atlantide 2017 - 2023
dal 2 feb al 7 mag 2023 @(1) MAMbo, Via Don Giovanni Minzoni, 14, 40121 Bologna

Yuri Ancarani. Atlantide 2017 - 2023

mostra personale | opening mercoledì 1 febbraio h 18 | main project ART CITY Bologna 2023 

Il MAMbo trasforma ancora una volta lo spazio della Sala delle Ciminiere per accogliere il nuovo progetto espositivo di Yuri Ancarani (Ravenna, 1972): Atlantide 2017 – 2023 a cura di Lorenzo Balbi.

Il progetto pensato per il MAMbo da Ancarani, artista visivo e regista, si pone come un' "esplosione" del film Atlantide, presentato in anteprima nella sezione Orizzonti della Mostra del Cinema di Venezia nel 2021 e, a seguire, in numerosi festival internazionali: un viaggio all'interno del processo di ricerca e dei numerosi materiali prodotti nell’arco di circa sei anni, prima, durante e dopo la realizzazione del film, sui quali l’artista ha operato una selezione, dando loro una nuova formalizzazione.

In un'atmosfera avvolgente e immersiva il pubblico potrà seguire una extra-narrazione che va oltre il lungometraggio, grazie a una serie di contenuti inediti prodotti per la mostra. 

Il film Atlantide - una produzione Dugong Films con Rai Cinema in coproduzione con Luxbox e Unbranded Pictures - ha come protagonista Daniele, un giovane di Sant’Erasmo, un’isola della laguna di Venezia. Vive di espedienti, ed è emarginato anche dal gruppo dei suoi coetanei, i quali condividono un’intensa vita di svago, che si esprime nella religione del barchino: un culto incentrato sulla elaborazione di motori sempre più potenti, che trasformano i piccoli motoscafi lagunari in pericolosi bolidi da competizione. Anche Daniele sogna un barchino da record, che lo porti in testa alla classifica. Ma tutto ciò che fa per realizzare il suo sogno e guadagnarsi il rispetto degli altri finisce per rivoltarglisi contro, tragicamente. Il degrado che intacca le relazioni, l’ambiente e le pratiche di una generazione alla deriva viene osservato attraverso gli occhi del paesaggio senza tempo di Venezia. Il punto di non ritorno è una balorda, residuale storia di iniziazione maschile, violenta e predestinata al fallimento, che esplode trascinando la città fantasma in un trip di naufragio psichedelico.  

Nel film, sebbene la narrazione ruoti intorno a Daniele e agli altri ragazzi, emerge come grande protagonista l’unicità della città lagunare. Così anche al MAMbo il fulcro è la Venezia-Atlantide ricreata dall’artista. Una città difficilmente definibile, soffocata dallo sfruttamento turistico, costantemente sotto minacce ambientali che interessano tutto il pianeta ma qui diventano particolarmente pregnanti. Un luogo i cui abitanti, ormai ridotti a meno di 50.000, vivono in bilico tra la necessità di lottare per non essere sommersi dalle acque lagunari e dalle ondate turistiche inarrestabili e la tentazione di abbandonare la lotta e lasciare la città al suo destino.

Al contempo, in un’ottica più ampia, la Venezia di Ancarani perde la sua connotazione geografica e urbana, diventa un simbolo, una rappresentazione ideale della decadenza del capitalismo, un luogo esemplare per raffigurare un problema globale. Alla fine del percorso ci si rende conto di come questi problemi, queste tematiche, non riguardino solo Venezia o i veneziani, ma ci coinvolgano tutti da vicino.

In occasione di Atlantide 2017 – 2023 è prevista l’uscita per Edizioni MAMbo della sceneggiatura inedita di Atlantide, adattata da Marco Alessi e Marta Tagliavia (Dugong Films), che hanno creato un testo successivo alla realizzazione del film, nato appunto senza sceneggiatura, con dialoghi spontanei. La pubblicazione è arricchita da un testo inedito di Lorenzo Balbi e da una selezione di still del film.

L’artista sarà a Bologna anche ad Arte Fiera 2023: è lui infatti il protagonista della prima edizione di Led Wall Commission, che dal 2 al 5 febbraio vedrà la presenza all’ingresso di Piazza Costituzione di un mega-schermo di 5 x 9 metri su cui saranno visibili suoi contenuti video per chi attraversa la soglia del quartiere fieristico.

Sabato 4 febbraio alle h 10.30-12, nell'ambito di ARTalk CITY - conversazioni tra artisti, curatori e docenti per conoscere le poetiche di alcuni protagonisti del main program - presso l'Aula Magna dell'Accademia di Belle Arti di Bologna (via delle Belle Arti 54) Yuri Ancarani dialoga con Lorenzo Balbi e Marinella Paderni.

Alle h 17 presso Arte Fiera Centro Servizi (ingresso Piazza della Costituzione) Book Talk: Yuri Ancarani e Lorenzo Balbi presentano la sceneggiatura di Atlantide.

Alle h 22 presso POP UP Cinema MEDICA 4k (via Monte Grappa 9 b/c/d) IWONDERFULL NIGHT: Yuri Ancarani (regista) e Lorenzo Balbi (direttore MAMbo) presentano Atlantide di Yuri Ancarani (2021, 104', italiano). A seguire: Le cadute di Peter Greenaway (1980, 195', versione originale con sottotitoli italiani); Lo Zoo di Venere di Peter Greenaway (1985, 115', versione originale con sottotitoli italiani).
Biglietto intero € 10,00 / ridotto € 5,00 con biglietto ARTEFIERA, biglietto mostra MAMbo, studenti, iscritti POP UP Cinema e IWONDERFULL.
Il biglietto (sia intero che ridotto) comprende tutte le proiezioni in sala durante la IWONDERFULL night del 4 febbraio e 1 mese di abbonamento gratuito a IWONDERFULL.it.


Mostra personale a cura di Lorenzo Balbi

- promossa da MAMbo - Museo d’Arte Moderna di Bologna con il sostegno di Trust per l’Arte Contemporanea. Main sponsor Gruppo Hera. In partnership con PAC Padiglione d’Arte Contemporanea di Milano e IWONDERFULL. In collaborazione con I Wonder Pictures, Dugong Films e Rai Cinema. Si ringrazia Emilia-Romagna Film Commission per la collaborazione


Orari di apertura ART CITY Bologna:

giovedì 2 febbraio h 14-20
venerdì 3 e domenica 5 febbraio h 10-20
sabato 4 febbraio h 10-24 (ultimo accesso h 23)


Orari di apertura ordinari:

martedì e mercoledì h 14-19
giovedì h 14-20
venerdì, sabato, domenica e festivi h 10-19


Ingresso:

gratuito dal 2 al 5 febbraio / biglietto mostra (€ 6,00 intero / € 4,00 ridotto)