Cultura Bologna
copertina di Youngabout International Film Festival
dal 24 nov al 7 dic 2023 @ luoghi vari

Youngabout International Film Festival

XVII edizione | Festival Internazionale di Cinema per ragazze e ragazzi

Accendere la fantasia quando in sala si fa buio, viaggiare in altri mondi, scoprire nuove culture, nuovi modi di essere, di vivere le emozioni, di amare, di attraversare lo spazio dell’infanzia e dell’adolescenza. Torna a Bologna Youngabout International Film Festival, il Festival internazionale di cinema dedicato ai più giovani, ideato e organizzato dall’Associazione culturale di Promozione Sociale Gli anni in tasca, il cinema e i ragazzi con il contributo di Comune di Bologna e Regione Emilia-Romagna e la collaborazione di realtà associative e istituzionali del territorio.

 

Una XVII edizione che sarà suddivisa in due momenti: una preview da mercoledì 8 a venerdì 10 novembre e il festival vero e proprio dal 24 novembre al 7 dicembre. Un programma ricchissimo, con 20 lungometraggi e altrettanti cortometraggi, provenienti da tutto il mondo, cui si affiancano come ogni anno momenti di incontro, laboratori, ed eventi collaterali che coinvolgeranno oltre 3mila studenti degli Istituti scolastici della Città metropolitana.

Uno degli eventi di punta è, come ogni anno, l’assegnazione del Premio per la legalità Angelo Vassallo dedicato alla memoria del sindaco di Pollica (Sa) ucciso nel 2010 in un attentato camorristico: appuntamento venerdì 10 novembre alle 18.30 a Palazzo d’Accursio, dove la targa verrà consegnata a Giovanni Paparcuri, unico sopravvissuto della scorta nella strage che costò la vita al giudice Rocco Chinnici e diventato poi collaboratore di Giovanni Falcone e Paolo Borsellino. Paparcuri porterà ai ragazzi la testimonianza del suo lavoro a fianco dei giudici palermitani che pagarono con la vita il loro impegno contro la mafia.

Le giornate di anteprima vedranno anche la partecipazione di Gianni Di Gregorio, David di Donatello nel 2009 per il suo film di esordio da regista, Pranzo di Ferragosto, e per la sceneggiatura di Gomorra: giovedì 9 novembre alle ore 9.30 Di Gregorio terrà la sua “Lezione d’autore” ai ragazzi e alle ragazze delle Scuole Secondarie di Primo e Secondo Grado al Cinema Odeon, e presenterà la proiezione del suo penultimo lungometraggio, Lontano, lontano, delicata storia di amicizia tra tre anziani uomini desiderosi di cambiare vita, ultima interpretazione del grande Ennio Fantastichini. Apre le giornate di preview mercoledì 8 novembre al Cinema Odeon alle 9.30 la proiezione, organizzata in collaborazione con Free Assange Bologna, di Hacking Justice: Julian Assange di Clara López Rubio e Juan Pancorbo, che ricostruisce come in un thriller la vicenda giudiziaria di Julian Assange dal 2012 al 2021, resoconto di 9 anni di lavoro dei due registi sul pool di difensori del fondatore di WikiLeaks. La mattina di venerdì 10 il Cinema Odeon ospiterà la proiezione di Io sono tuo padre, film di apertura della sezione Un Certain Regard a Cannes 2022: storia ambientata nel 1917, che racconta gli orrori della Prima Guerra Mondiale e il coinvolgimento di soldati senegalesi a fianco dell’esercito francese, un racconto di amore paterno e un grido di rifiuto della ferocia della guerra.

Sarà lo stesso Cinema Odeon ad ospitare, dal 24 novembre al 7 dicembre, le proiezioni di Youngabout, dedicate agli studenti e alle studentesse delle Scuole Secondarie di primo e secondo grado, mentre il Cinema Rialto ospiterà la programmazione “I film nello zaino di Youngabout” dedicata ai bambini e alle bambine delle Scuole dell’Infanzia e Primarie. Numerosi, come sempre, i temi affrontati dai film: dalla lotta per la salvaguardia dell’ambiente all’amore per la natura (Martin and the magical forest di Petr Oukropec e School garden di Mark Verkerk) all’immigrazione (Totem di Sander Burger), dall’esclusione ed emarginazione alla potenza salvifica dell’amicizia (Adventures in the land of Asha di Sophie Farkas Bolla), dalla grande Storia (Cingoli rossi di Danilo Caracciolo, Delegation di Asaf Saban) alle storie personali, dai drammi dell’adolescenza, fra ossessione per il corpo e primi amori (Dancing Queen di Aurora Gossé), alle passioni che cambiano una vita (Desperté con un sueño di Pablo Solarz), dallo scontro generazionale (Excursion di Una Gunjak) a quello sociale e di classe (Spare keys di Jeanne Aslan e Paul Saintillan), senza trascurare una bella e preziosa riflessione sul genere nel film autobiografico The gift, che sarà presentato a Bologna dalla regista del Kirgisistan Dalmira Tilepbergen e dall’attrice protagonista. In programma anche una piccola “chicca” made in URSS, Bratan di Bakhtyar Khudojnazarov, film del 1991 riproposto, in versione restaurata, all’ultima Biennale di Venezia nella Sezione Venezia Classici: storia di un viaggio rocambolesco di due fratelli tagìki alla ricerca del padre, che nella sua freschezza ricorda le atmosfere del primo Truffaut.


Per le scuole le prenotazioni si possono effettuare tramite mail a zirottimarilena@gmail.com, comunicando nome del docente accompagnatore, scuola, classe, numero complessivo degli allievi e recapito telefonico. Per partecipare alle proiezioni si richiede un contributo di 4 euro ad alunno, per vedere uno o più film: ogni classe ha diritto a 3 gratuità.

Per informazioni sulle prenotazioni dott.ssa Marilena Zirotti cell. 347 1659800.

Per informazioni sul programma e sui film: youngaboutfilmfestival@gmail.com o 333 3693539.

Oltre alle visioni in sala, Youngabout prevede laboratori didattici e formativi per l’apprendimento della grammatica del linguaggio cinematografico e audiovisivo, per acquisire strumenti di analisi dei film e per imparare facendo, con la realizzazione di opere collettive, grazie alla collaborazione e agli interventi di professionisti e di associazioni culturali legati al mondo della produzione audiovisiva e della formazione.

 

Il programma completo è disponibile sul sito www.youngabout.com