Cultura Bologna
copertina di Viaggio nella notte
27 gennaio 2023 @Pinacoteca Nazionale di Bologna, via Belle Arti, 56 40126 Bologna

Viaggio nella notte

un film di Gianluca Guidotti ed Enrica Sangiovanni | Giornata della Memoria 2023

– proiezioni alle ore 9:30, 10:30, 11:30, 12:30, 15, 16, 17
proiezioni liberamente accessibili con il biglietto del museo (senza prenotazione)
le classi potranno partecipare gratuitamente inviando una mail a:
mailto:pin-bo.urp@cultura.gov.it

In occasione della Giornata della Memoria, il 27 gennaio, la Pinacoteca Nazionale di Bologna presenta il film Viaggio nella Notte di Gianluca Guidotti ed Enrica Sangiovanni. Tratto dalla testimonianza autobiografica del Nobel per la Pace Elie Wiesel, il film racconta, attraverso le parole e i silenzi dello stesso protagonista, le sue esperienze nei campi di concentramento tedeschi negli anni 1944-1945. In tutto sono previste sette proiezioni, quattro durante la mattina e tre nel pomeriggio. Le proiezioni della mattina sono dedicate alle scuole e si terranno alle ore 9.30, 10.30, 11.30 e 12.30. Le classi interessate potranno richiedere di partecipare inviando una mail a pin-bo.urp@cultura.gov.it Le proiezioni pomeridiane inizieranno alle ore 15, alle 16 e alle 17 e saranno liberamente accessibili con il biglietto del museo, fino ad esaurimento dei posti (senza prenotazione). Viaggio nella notte è un percorso nei luoghi del romanzo La Notte, considerato una delle testimonianze più importanti e sconvolgenti sulla Shoah, una delle riflessioni più profonde sull’esistenza di Dio. Il film è nato dall’incontro dei due registi con Elie Wiesel a Boston nell’ottobre 2001, mentre lavoravano al progetto teatrale La Notte e dal viaggio invernale sulle tracce della sua deportazione a Sighet, Auschwitz, Birkenau e Buchenwald. Elie Wiesel ha autorizzato per la prima volta un lavoro artistico su La Notte, in cui testimonia la storia della deportazione e della morte ad Auschwitz della sua famiglia e ha accettato di farne parte leggendo alcuni frammenti del suo libro.

Scheda tecnica del film
testi da La Nuit di Elie Wiesel
un film di Gianluca Guidotti ed Enrica Sangiovanni
con la partecipazione di Elie Wiesel
riprese Gianluca Guidotti, Francesco Lagi, Stefano Tognarelli
suono Stefano Tognarelli
montaggio Federica Toci, Stefano Tognarelli
musica Claudio Monteverdi e Trio Shir-am 3
riprese Boston, 25 ottobre 2001 – Buchenwald/Auschwitz-Birkenau/Sighet, 7-11 dicembre 2001
anno di produzione 2003
produzione Archivio Zeta (Italia) Marc Fleishhacker (USA) in collaborazione con Fleishhacker
Foundation - San Francisco Jewish Community - Endowment Fund - Alexander M. and June L. Maisin
Foundation - Francis S. Goldsmith Fund - Intersection for the Arts
durata 43 minuti


archiviozeta
Gianluca Guidotti e Enrica Sangiovanni hanno fondato archiviozeta nel 1999. Dal 2003 lavorano al cimitero militare germanico del passo della Futa (FI), enorme sacrario ideato dall'architetto Dieter Oesterlen sull’Appennino tosco-emiliano che ospita oltre 30.000 tedeschi caduti lungo la Linea Gotica nel corso della Seconda guerra mondiale. Tra le opere messe in scena in questo luogo, in forma itinerante, al tramonto, segnaliamo: I Persiani di Eschilo, Antigone di Sofocle – Orestea di Eschilo (2010-2013): Agamennone, Coefore, Eumenidi, Pilade di Pier Paolo Pasolini, Macbeth di William Shakespeare. Il progetto al Futa Pass nell’arco dei vent’anni di attività ha ottenuto l’Alto patronato del Presidente della Repubblica ed è stato portato anche in altri luoghi di Memoria: Montesole/Marzabotto, Sant’Anna di Stazzema, Asiago. archiviozeta ha prodotto il progetto sulla Shoah La Notte di Elie Wiesel (2002), costituito da uno spettacolo teatrale e dal film Viaggio nella Notte a cui ha collaborato il Premio Nobel per la Pace Elie Wiesel leggendo alcuni brani della sua testimonianza. Ha ideato e prodotto con la Scuola di Pace di Monte Sole La Zona Grigia, un esperimento di memoria attiva tratto da I sommersi e i salvati di Primo Levi, un laboratorio/spettacolo per adulti e studenti delle scuole superiori. Per il centenario della Prima guerra mondiale ha debuttato nel 2014 Gli ultimi giorni dell’umanità di Karl Kraus, messo in scena anche presso l’Ossario di Castel Dante di Rovereto (TN) nel 2015. archiviozeta nel 2019 ha ideato e diretto il progetto Nidi di ragno, quest'anno alla sua 4a edizione, un ciclo annuale di percorsi a piedi in luoghi della memoria in compagnia di artisti, storici e testimoni affiancato da un progetto editoriale, sostenuto dalla Regione Emilia Romagna - legge Memoria del ‘900. Attualmente è in corso il progetto teatrale La montagna incantata di Thomas Mann: nel 2022 ha debuttato al cimitero Futa Pass la prima parte, nel 2023 debutterà la seconda parte. Nel 2014 archiviozeta ha vinto il Premio Rete Critica.

www.archiviozeta.eu