Cultura Bologna
copertina di Tre voci
dal 17 al 18 febbraio 2024 @ Teatri di Vita

Tre voci

Tilia Auser | studio scenico per un radiodramma in versi di Sylvia Plath

 

sabato 17 febbraio, ore 20

domenica 18 febbraio, ore 17

Una sola identità femminile sulla scena si muove tra tre destini possibili di madre, accompagnata dal disegno sonoro dal vivo della chitarra elettrica, che dialoga con le voci in un concerto-spettacolo di grande forza viscerale. Sono i destini di tre donne, concepite da Sylvia Plath nel suo radiodramma dedicato alla maternità. La prima voce è quella di una donna che ha un figlio: una storia apparentemente più felice, naturale e semplice, in cui si insinuano sottili paure. La seconda è quella di un’impiegata in attesa del figlio, che però perde traumaticamente durante la gravidanza: il ritorno a casa e il rifugio nel lavoro non rimarginano la ferita e il senso di impotenza. La terza, infine, è quella di una studentessa che rifiuta l’idea stessa di maternità, decide di portare a termine la gravidanza per poi abbandonarne il neonato.

Tilia Auser è un contenitore di pratiche performative in germinazione. Ne fanno parte Sara Bertolucci, diplomata alla Scuola di Teatro di Bologna, perfezionata all’Istituto di Ricerca di Arte Applicata Societas, e impegnata sulla ricerca vocale nella pratica teatrale; e Riccardo F. Scuccimarra, musicista, compositore e attore, anch’egli diplomato alla Scuola di Teatro di Bologna.

intero: 15€
ridotto: 13€
under 30: 9€


studio scenico per un radiodramma in versi di Sylvia Plath

con Sara Bertolucci, Riccardo F. Scuccimarra

ideazione, drammaturgia, composizione vocale Sara Bertolucci

disegno sonoro e musiche originali Riccardo F. Scuccimarra

direzione tecnica e disegno luci Jacopo Cenni

consulenza progettuale Antonino Leocata

produzione Tilia Auser

con il sostegno di Florian Metateatro

residenza artistica presso L’arboreto/La Corte Ospitale, Santarcangelo Festival

si ringrazia Dello Scompiglio

Segnalazione speciale Premio Scenario 2023