Cultura Bologna
copertina di Tino Sehgal
dal 13 al 15 maggio 2022 @Piazza Maggiore, Bologna

Tino Sehgal

opera d'arte vivente | Special Project ART CITY Bologna 2022

Lo Special Project di ART CITY Bologna è un progetto, che a partire dall’edizione del 2018, invita il pubblico a immergersi in vere e proprie opere d’arte viventi, proseguendo così quell’avventura ambiziosa nella produzione e presentazione di lavori degli artisti più interessanti e importanti del panorama internazionale, invitati a immaginare i loro interventi per i luoghi più rappresentativi di Bologna. 

Per l’edizione 2022 è stato invitato Tino Sehgal, uno degli artisti più radicali emersi negli ultimi anni. Le sue opere sono vere e proprie sculture viventi, coreografie di persone in movimento che generano situazioni insolite, a volte surreali, con cui il pubblico è invitato a confrontarsi.

L’intervento che Sehgal ha ideato appositamente per Piazza Maggiore - da secoli luogo di incontro e scambio, circondata da palazzi medievali e dall’imponente Basilica di San Petronio - vede la partecipazione di 45 ballerini e performer, i cui corpi e gesti sono utilizzati come materiale artistico e umano per comporre una grande performance, un’occasione unica per vivere l’arte in termini di esperienza sociale di scambio reciproco. Il cuore di Bologna fa così da cornice ai corpi dei performer che si muovono nello stesso spazio del pubblico, diventando oltre che fruitore anche protagonista di questa vera e propria coreografia umana, ricca di riferimenti alla storia e al passato.

Quella di Sehgal è un’arte senza oggetti: alla base del suo lavoro vi è infatti una profonda riflessione sul valore e sullo spazio dell’arte visto e vissuto come esperienza diretta e fisica dell’opera; come esercizio che non prevede documentazione o riproduzione di alcun tipo. Il suo obiettivo è quello di sovvertire i sistemi economici e processuali legati all’industria dell’arte, creando dei veri contro-modelli di situazioni che nascono e svaniscono senza lasciare tracce fisiche da vendere sul mercato, ma solo esperienze per il pubblico da vivere.

Tino Sehgal (Londra, 1976) vive e lavora a Berlino. In pochi anni si è affermato come una delle voci più autorevoli dell’arte contemporanea, tanto da partecipare a due edizioni della Biennale di Venezia, nonché essere stato, nel 2005, il più giovane artista mai chiamato a rappresentare la Germania alla kermesse veneziana.
Le sue opere sono state esposte in alcune tra le più importanti sedi museali del mondo, tra le quali Tate Modern e Tate Britain, Londra; Walker Art Center, Minneapolis; Institute for Contemporary Art, Londra; Museum fur Moderne Kunst, Francoforte; Museum of Contemporary Art, San Francisco; Stedelijk Museum, Amsterdam; Kunsthaus, Bregenz; National Gallery, Toronto; New Museum of Contemporary Art, New York. Le opere di Tino Sehgal hanno fatto parte inoltre delle rassegne più prestigiose dell’arte di oggi, tra cui Biennale di Lione, Biennale di Berlino; Biennale di Mosca e Manifesta 4 a Francoforte.

Domenica 15 maggio h 17 l’artista dialoga con Lorenzo Balbi (direttore artistico ART CITY Bologna 2022)  presso l’Unipol Auditorium Enea Mazzoli, via Stalingrado 37. Incontro promosso da CUBO Museo d’impresa del Gruppo Unipol.
Ingresso libero fino a esaurimento posti.

Opera d'arte vivente a cura di Lorenzo Balbi 

- promossa da Istituzione Bologna Musei | MAMbo con il sostegno di Gruppo Unipol e in collaborazione con Bologna Welcome


Orari:

venerdì 13 e domenica 15 maggio h 10-19
sabato 14 maggio h 10-22

Ingresso:

gratuito