copertina di Scrivere per cambiare – Gualberta, la donna

«Il 12 aprile del 1868 nacque La Donna, in tutti i sensi. Quando il mio periodico prese vita diventai pienamente donna anch'io. La penna, la mia penna, divenne un'arma potente, con la penna, iniziammo a lottare.»

Una mente brillante al servizio di ideali moderni, ardente mazziniana, promotrice del movimento emancipazionista femminile, scrittrice e fondatrice del periodico La Donna. Gualberta Alaide Beccari (1842-1906) è tutto questo, e ce lo racconta con sincerità e autoironia. Convinta che solo attraverso l'istruzione si possa acquisire la consapevolezza necessaria a cambiare davvero le cose, Gualberta ripercorre gli eventi chiave del suo percorso di donna e di emancipazionista, dalla fanciullezza agli ultimi istanti di vita, senza nascondere contraddizioni e intime speranze.

Una penna coraggiosa, che non smette di raccontare qualcosa anche oggi. Di e con Gloria Gulino.

A cura di Istantanea Teatro.

Ritrovo presso l'ingresso principale (cortile chiesa), via della Certosa 18.

Prenotazione obbligatoria a istantanea.teatro@gmail.com.

L’appuntamento si tiene anche in caso di maltempo.

È consigliato portare un cuscino o un plaid.

Ingresso: € 10,00 + € 1,00 per tessera associativa annuale (per ogni ingresso pagante due euro saranno devoluti alla valorizzazione della Certosa)

contenuto inserito il 23 mag 2022 — ultimo aggiornamento il 14 giu 2022


20 settembre 2022, 20:30
@ Cimitero Monumentale della Certosa

Scrivere per cambiare – Gualberta, la donna

teatro