cover of

Ombraluce è un progetto di realtà mista che approfondisce e scandaglia le potenzialità e le possibilità della percezione. All'interno di spazio scenico vuoto e ipotetico, corpo, luce e musica creano una dimensione spaziale onirica che viene elaborata, moltiplicata, amplificata e trasportata nella realtà virtuale per generare una nuova modalità percettiva dello spazio e degli elementi che lo compongono. Totalmente immerso nell'esperienza, lo spettatore vede emergere del buio luci, corpi ed essenze che trascendono ciò che siamo abituati a chiamare realtà, portando a interrogarsi su come siamo abituati a percepire e interpretare ciò che vediamo e viviamo ogni giorno. Il visore VR squarcia il velo dell'ovvio per lasciare un dubbio fecondo sui nostri limiti di interazione col reale: sono legati alla percezione dei sensi o all'elaborazione che la nostra mente è in grado di farne? 

Il codice che corpi, luci e tecnologia interpretano è legato alla narrazione e all'impatto emotivo; il corpo in scena esplora tecnica e gesto attoriale, la luce ne esalta la dimensione spaziale ed emotiva e la musica è il tempo che regola lo svolgersi dell'azione/narrazione nello spazio. Il loro continuo ricombinarsi dà vita ad una realtà nuovamente unica, onirica, immaginifica che si esplicita in una performance ibrida, che mescola il live con l'esperienza della realtà virtuale, in una percezione multipla, originale e che cambia a seconda delle scelte del singolo spettatore.

Un gruppo di 5 spettatori viene accompagnato in uno spazio performativo dove non esistono separazioni tra scena e platea; lo spettatore è libero di muoversi e scegliere il proprio punto di osservazione; una voce fuori campo li accoglie e li guida. Una performance live di corpi, luci e video propone una prima alterazione percettiva, reale e riconoscibile, finché i performer portano l'azione verso gli spettatori invitandoli, con semplici gesti comuni a tutti a prepararsi per indossare i visori, uno per spettatore, ed entrare infine nell'esperienza di Realtà Virtuale, vera e propria, che ogni spettatore farà diventare unica attraverso il movimento della testa e la direzione dello sguardo. Muovendosi nello spazio vuoto col visore sugli occhi, gli spettatori sono assistiti dai performer che dall'esterno interagiranno con loro per rendere ancora più labili i confini della percezione. 

Mixed Reality Performance a cura di Cinqueminuti / Compagnia della Quarta

- promossa da ZED Festival Internazionale Videodanza in collaborazione con ERT Emilia Romagna Teatro, Vitruvio Virtual Reality, Laboratorio Aperto Modena 


Orari performance:

venerdì 13 e domenica 15 maggio h 16.30 / 17 / 17.30 / 18
sabato 14 maggio h 19.30 / 20 / 20.30 / 21 / 21.30
gruppi di 5 persone ogni mezz’ora
Prenotazione obbligatoria compilando il form www.zedfestival.org/ombralucevr-artcity.

Orari di apertura del museo ART CITY Bologna 2022:

venerdì 13 maggio h 10-13.30 / 14.30-19
sabato 14 maggio h 10-23
domenica 15 maggio h 10-19

Ingresso alla perfomance:

gratuito

Ingresso al museo:

gratuito nei giorni di ART CITY Bologna (13-14-15 maggio 2022) per i possessori di biglietto Arte Fiera / € 5,00 intero - € 3,00 ridotto

evento inserito il 12 apr 2022 — ultimo aggiornamento il 11 mag 2022
dal 13 al 15 maggio 2022
@ Museo internazionale e biblioteca della musica

S Dance Company. Ombraluce VR

Mixed Reality Performance | programma istituzionale ART CITY Bologna 2022