Cultura Bologna
copertina di Pianto d’Antigone
26 marzo 2022, 21:00 @Teatro Ridotto, Via Marco Emilio Lepido 255 (Lavinio di Mezzo) - Bologna

Pianto d’Antigone

Alessandro Casiglia | Pane – Stagione 2022 di Teatro Ridotto

Antigone è il segno di un’ostinazione, perpetuo lamento, godimento nel propiziarsi la polvere e l’aria. La tragedia sofoclea è riadattata a monologo, con l’intento di emarginarsi dall’intrattenimento. Quando l’intrattenimento sembra la regola che attraverso l’oppressivo “gusto dei più”, si impone come il “bene” per tutti, l’individualità di questa Ofelia di Tebe evoca la sua legge e si rende autonoma dalla sadica pretesa delle leggi dello stato. Del cadavere di Polinice non resta che un nero, più d’eros che lutto, o proprio eros perché è lutto. Non si rappresenta più l’Antigone; la drammaturgia viene interiorizzata per divenire rito d’esorcismo e lamentazione, ponendo l’attore come officiante del mistero. Antigone/attore è la forza tellurica che spinge all’azzeramento, così con il testo di Sofocle e la rappresentazione dei conflitti tra i personaggi che si fanno dissociazioni della medesima cantata funerea.

Questa furibonda forza antica, Antigone, senza ruolo, senza concetto, senza personaggio, priva finalmente di riletture psicologiche e sociologiche, più antica della polis e delle sue leggi, urla l’amore insieme con la morte, desidera la consunzione come il fratello compianto eroticamente tra le sabbie barbare al di là delle mura.

Alessandro Casiglia
PIANTO D’ANTIGONE


Prezzo biglietti:
- intero 10 euro
- ridotto 8 euro (Soci AICS, under 14)

Prenotazione obbligatoria. Per informazioni e prenotazioni: teatroridotto@gmail.com | 3339911554 - 3497468384

È richiesto il Green Pass rafforzato

Autobus 87, 13 dal centro di Bologna. Parcheggio interno


www.teatroridotto.it

www.facebook.com/teatroridottobologna

Contenuto inserito il 13 gen 2022