Cultura Bologna
copertina di PAOLO MIGLIAZZA | RADUNO
dal 12 mag al 16 giu 2022 @L’ariete Arte Contemporanea, via Marsili 7, Bologna

PAOLO MIGLIAZZA | RADUNO

mostra personale a cura di Giorgia Bergantin

Paolo Migliazza (Catanzaro 1988) dal 2015 si dedica alla ricerca intorno alla figura umana e alle implicazioni che scaturiscono dalla relazione fra il sogetto e il materiale con cui viene realizzato. Lavora su immagini residuali della memoria prediligendo figure di bambini o adolescenti. Le opere appaiono distanti e silenziose, con lo sguardo velato e a tratti assente, rivelandosi all'osservatore in tutta la loro silenziosa staticità. Nella sua ricerca utilizza diverse tipologie di materiali, presi in prestito dalla tradizione o anche dalla cultura industriale spaziando dalla cera e il carbone al cemento, dalle terre refrattarie alle carte da incisione. La sua formazione artistica inizia al Liceo artistico di Catanzaro e prosegue all'Accademia di Belle Arti di Bologna dove consegue un diploma nel 2013 con un tesi sull'evoluzione del linguaggio figurativo nel panorama dell'arte dal novecento e prosegue nel biennio specialistico in scultura dove si laurea nel 2016 con una tesi sull'importanza della figura nella scultura contemporanea. Dal 2016 il suo lavoro è stato presentato dalla galleria L’Ariete artecontemporanea in mostre personali e collettive e in fiere in Italia e all’estero (ArteFiera, ArtVerona, ArtKarlsrhue). Fra le principali esposizioni, nel 2015 ‘Infanzia Terrena’ con Nicola Amato presso la Casa Museo Giorgio Morandi a Grizzana Morandi a cura di Stella Ingino con la direzione artistica di Eleonora Frattarolo | nel 2016 è tra i vincitori del Premio Fondazione Zucchelli e a Cosenza partecipa alla collettiva 'I'm on fire' a cura di Martina Cavallarin | nel 2016 nell'ambito di Opentour dell'Accademia di Belle Arti di Bologna presenta con Nicola Amato il progetto ‘E non stiamo a guardare’ all’Ariete artecontemporanea a cura di Eleonora Frattarolo | nel 2016 è  tra i finalisti del Premio Fabbri a cura di Carlo Sala | nel 2017 presenta l’installazione  ‘We are not super heroes’ in Arte Fiera Bologna | nel 2018 è invitato da Eleonora Frattarolo alla mostra ‘Il Disegno della Polvere’ nell’ambito della Biennale del Disegno di Rimini | nel 2020 partecipa su invito della curatrice Eleonora Frattarolo al filmostra del progetto internazionale ‘Child Abuse’ | nel 2021 partecipa alla mostra ‘Back to my self’ nell’ambito di Art City Bologna nella nuova sede della galleria L’Ariete artecontemporanea.


Orari di apertura ART CITY 2022:

  • 12,13,15 maggio h16-20
  • 14 maggio h16-23

Dal 12 maggio al 16 giugno 2022.