Cultura Bologna
copertina di Manu Scribere 2022

Può certamente apparire paradossale, quasi provocatorio portare in piazza la scrittura a mano in un momento storico in cui sembra destinata a tramontare. Eppure mai come in questi ultimi anni se ne parla e se ne stanno riscoprendo i benefici in ambiti di studio anche molto distanti fra loro.

Manuscribere vuole promuovere, diffondere e difendere il valore della scrittura a mano come grande e insostituibile patrimonio dell’uomo, che trova nella scrittura la sua vera espressione unica e inimitabile. E come patrimonio dell’umanità si chiederà l’impegno all’UNESCO di proteggere la manoscrittura.

Parlando di scrittura è inevitabile coinvolgere la Grafologia, disciplina che più di ogni altra possiede le competenze per osservare e studiare il gesto grafico come comportamento esclusivo ed individualizzante dell’uomo. Consapevoli che tecnologia e mondo del digitale siano ormai una realtà imprescindibile, intento del festival è quello di integrare e far convivere le due modalità comunicative: manoscrittura e web writing.

Non vuole essere un evento di nicchia dedicato agli “addetti ai lavori”, vuole al contrario coinvolgere ed aprirsi a tutti per una conoscenza democratica e un sapere veritiero e diffuso, senza distinzioni. Verranno coinvolti relatori famosi a cui si aggiungono esperti che condurranno laboratori e workshop per adulti e bambini. Verrà inoltre realizzata una mostra di manoscritti (Diari, Lettere d’Amore, autografi famosi, etc…)

L’iniziativa è organizzata da AGI - Associazione Grafologica Italiana con la collaborazione dell’Istituto Grafologico Internazionale G. M. Moretti di Urbino e la Campagna per il Diritto di Scrivere a mano.

Gli eventi si svolgono in Salaborsa, l'accesso è riservato esclusivamente previa iscrizione a una delle attività del Festival.
Scopri il programma completo e come iscriversi qui.