copertina di Maigret
 

A Parigi, una giovane ragazza viene trovata morta in una piazza parigina, con indosso un abito da sera. Il commissario Maigret cercherà di identificarlo e poi capire cosa è successo alla vittima.

“In Maigret, Patrice Leconte offre un ritratto meravigliosamente suggestivo e deliziosamente malinconico dell'ispettore di polizia mentre tenta di identificare una giovane vittima di omicidio nella Parigi degli anni '50. […] Il cast è eccellente su tutta la linea con Gerard Depardieu come unico centro di gravità. Metodico e sempre attento, sarà impegnato in un caso tentacolare che sembra significare per l'ispettore più di quanto non sia consuetudine per un suo collega.
Il Maigret di Depardieu è solido in tutti i sensi. Arriva in fondo alle cose, anche quando il fondo è abbastanza in basso. […] La cura dei dettagli di Leconte è perfettamente in sintonia con lo stile investigativo di Maigret. L’obiettivo del regista è quello di intrattenere con empatia e talento, in meno di 90 minuti.
Il film inizia nello studio del medico di Maigret. L’ispettore è stanco e ha perso l'appetito. Il dottore gli consiglia di riposarsi o addirittura di andare in pensione anticipata. E deve smettere di fumare. Maigret continua a portare una pipa vuota, il che porta all'unica battuta aperta e ridente del film. C'è una bellezza stoica nei metodi di Maigret. Non giudica mentre va avanti. […]
Leconte, che ha iniziato come fumettista e illustratore, ama i primi piani stretti ma offre anche inquadrature ampie, silenziose ed emozionanti. Ciò che viene mostrato sullo schermo è una narrazione vecchio stile nella migliore tradizione possibile.”

Lisa Nesselson, “Screen Daily”

contenuto inserito il 26 lug 2022
26 agosto 2022, 21:30
@ Arena Puccini

Maigret

(Francia/2021) di Patrice Leconte (117') | anteprima