cover of

L'era Meiji (1868-1912) è uno dei periodi più movimentati e spettacolari della storia giapponese. In quei 44 anni infatti il Giappone fu protagonista di una trasformazione radicale dei suoi assetti politici, amministrativi, economici e culturali che ha pochi confronti nella storia mondiale e raggiunse in tempi brevissimi il livello economico dei maggiori paesi industrializzati dell’Occidente.
E anche in campo artistico l'era Meiji fu un'epoca di grandi cambiamenti. Da un lato vennero introdotte tecniche e tematiche provenienti dall'Europa e d'altro lato ci fu una rivisitazione della ricchissima tradizione: continuarono infatti a essere attive alcune correnti del passato, come la xilografia ukiyo-e, la pittura a inchiostro su carta e su seta, i libri illustrati, i bronzi, le lacche, le ceramiche, ecc.
La mostra intende presentare al pubblico proprio questo secondo volto dell'arte dell'era Meiji: una tradizione rinnovata dunque, fatta di opere ricche di inventiva e di colore.
Le opere, facenti parte delle collezioni del Centro Studi d'Arte Estremo-Orientale e della Fondazione del Monte di Bologna e Ravenna e in comodato d'uso all'Università di Bologna, verranno presentate in due esposizioni distinte:


I ESPOSIZIONE: 1 giugno - 26 settembre 2021
II ESPOSIZIONE: 2 ottobre 2021 - 30 gennaio 2022

Orari di apertura: da martedì a venerdì 10.00 - 16.00; sabato, domenica e festivi 10.00 - 18.00

Chiusure: lunedì non festivi, 15 agosto, 24 e 25 dicembre 2021 e 1° gennaio 2022

Ingresso: esposizione visitabile con il biglietto di ingresso al Museo di Palazzo Poggi. Info biglietti a questo  link

Contenuto inserito il 15 dic 2021 — ultimo aggiornamento il 3 mag 2022
dal 2 ott 2021 al 30 gen 2022
@ Museo di Palazzo Poggi - Sala di arte orientale

La tradizione rinnovata

L’arte giapponese dell’era Meiji (1868-1912)