Cultura Bologna
copertina di Il tocco dell'invisibile. La grafite di Edward Burne-Jones
27 febbraio 2024, 17:00 @ Biblioteca dell'Archiginnasio | Sala dello Stabat Mater

Il tocco dell'invisibile. La grafite di Edward Burne-Jones

Presentazione del libro di Laura Falqui (Succedeoggilibri 2024)

Con la partecipazione di Marzia Faietti e Raffaele Milani

Laura Falqui affronta l'opera del preraffaellita Edward Coley Burne-Jones (1833-1898) mettendo in evidenza l'intreccio di due vie espressive: una splendente (la pittura), una evanescente (il disegno), per concentrarsi sul disegno, ricco e variegato quanto lo è la pittura e altrettanto prezioso. Il saggio è dedicato a questa seconda via che porta al “tocco dell'invisibile”. Un sottile mistero emana dalle opere disegnate, che costituiscono quasi un corpus a sé stante a causa della relazione strettissima fra pensiero e traduzione visiva che spingeva l'artista ad usare le matite, i gessetti, per inseguire la sua incessante, arcana immaginazione: una sorta di mondo parallelo in cui le forme del Reale si sciolgono nel calco di una vita impallidita, chiusa nel silenzio di raffinate grafie musicali. Un “mondo contiguo” di segni rarefatti, prossimo alle manifestazioni della nostra sfera interiore. Lo sguardo rivolto alla classicità dei greci ne coglie l'assenza di emozione, non per impassibilità, ma per estasi o contemplazione. Ispirazione naturale di Burne-Jones è il Rinascimento italiano da Botticelli a Michelangelo.

Laura Falqui è saggista, scrittrice, drammaturga, specialista di arti visive; studiosa del Preraffaellitismo inglese cui ha dedicato vari saggi. Tra questi ricordiamo Ascoltare l'incenso. Confraternite di pittori nell'Ottocento (Alinea, 1985) e Aurea domus. Viaggio nel sogno preraffaellita (Novecento, 1995). Con Il tocco dell'invisibile. La grafite di Edward Burne-Jones l'autrice riprende in mano antichi studi per una rinnovata interpretazione del suo pittore prediletto. Ricordiamo inoltre La sostanza nascosta. Il silenzio nella pittura (Mimesis 2017). Ultima sua pubblicazione è il terzetto di romanzi Trilogia della vita vagabonda (Medusa 2022) in cui dà libero corso alla sua fantasiosa ironia sul mondo e sulla vita.
INVITO