Cultura Bologna
copertina di Il genio nelle ossa
dal 24 ott 2021 al 30 gen 2022 @Museo di Palazzo Poggi, via Zamboni 33 - Bologna

Il genio nelle ossa

Fabio Frassetto: un antropologo alla ricerca dell'italianità di Dante

In occasione dei 700 anni dalla morte di Dante, il Sistema Museale di Ateneo presenta al Museo di Palazzo Poggi. la mostra Il genio nelle ossa. Fabio Frassetto: un antropologo alla ricerca dell'italianità di Dante, a cura di Roberto Balzani e Maria Giovanna Belcastro, organizzata dalla Collezione di Antropologia, in collaborazione con il Dipartimento di Scienze Biologiche, Geologiche e Ambientali.

La ragione di questa mostra documentaria sta nella figura di Fabio Frassetto (1876-1953), antropologo e professore dell’Alma Mater, che per una parte considerevole della sua vita di ricercatore si è dedicato allo studio delle ossa dei grandi italiani e di Dante in particolare. L’Università di Bologna conserva tuttora i suoi materiali di studio e le sue carte; si è colta quindi l’occasione del centenario dantesco per esporre oggetti fino ad ora noti solo agli addetti ai lavori.

L’approccio di Frassetto, tipico dei primi decenni del Novecento, s’inseriva in una temperie culturale segnata dal nazionalismo e dall’ossessione dell’identità: i popoli che stavano all’origine delle nazioni dovevano essere indagati nelle presunte, insopprimibili specificità biologiche-morali, sulla base delle quali era possibile osservare distinzioni di “razza” o di “stirpe”. Ma Frassetto non era interessato solo al tipo della “razza mediterranea” per così dire standard, ma anche alle eccezioni, cioè a quegli eccelsi culmini creativi che connotavano la “genialità” degli italiani. Di qui il suo spasmodico, vano inseguimento di resti umani molto particolari.
La mostra è patrocinata da Dante 2021. Comitato Nazionale per la celebrazione dei 700 anni e da Associazione Antropologica Italiana.


Mostra prorogata al 30 gennaio 2022

Orari di apertura: da martedì a venerdì 10.00 - 16.00; sabato, domenica e festivi 10.00 - 18.00
Chiuso lunedì non festivi, il 24 e 25 dicembre 2021 e il 1° gennaio 2022

Ingresso: mostra visitabile con il biglietto di ingresso al Museo di Palazzo Poggi. Info biglietti a questo link

Contenuto inserito il 15 dic 2021