Cultura Bologna
copertina di Gradi di Libertà. Corpi, algoritmi e creatività
4 dicembre 2022, 15:00 @DAMSLab, piazzetta P. P. Pasolini 5b - Bologna

Gradi di Libertà. Corpi, algoritmi e creatività

Progetto di Matteo Casari | Lucy in the sky - esperimenti per la scena futura, nell'ambito di Lucy Festival

LUCY IN THE SKY | Esperimenti per la scena futura
in collaborazione con DAMSLab Dipartimento delle Arti - Università di Bologna

Domenica 4 dicembre 2022
GRADI DI LIBERTA' Corpi, algoritmi e creatività

Progetto di Matteo Casari (Università di Bologna) 
Esperimento artistico-scientifico tra danzatori, programmatori, robot e pubblico su Creatività e Robotica col coreografo Carlo Massari in collaborazione con Performing Robots. Interdisciplinary Research Group (Università di Bologna) con il Patrocinio del Dipartimento delle Arti
Una sfida alla pari tra intelligenza umana e intelligenza artificiale
3 step per comparare la creatività umana e quella sviluppata da un'intelligenza artificiale. Performer e pubblico saranno coinvolti in uno studio attualmente in corso al Dipartimento di Informatica Scienza e Ingegneria dell’Università di Bologna.

ore 15.00 - DAMSLab/Auditorium
GRADI DI LIBERTA' n. 1 La teoria

Conferenza con Matteo Casari e Cinzia Toscano che descriveranno l'esperimento e offriranno uno spaccato sul rapporto tra teatro, robotica e intelligenza artificiale tra Oriente e Occidente. 
Il coreografo Carlo Massari racconterà lo Step2: l’esperienza dei performer nei tre giorni di lavoro. Allegra De Filippo, componente del team che conduce la sperimentazione sulle coreografie sviluppate da un algoritmo all’Università di Bologna, offrirà uno spaccato sul campo dell’AI & creativity. 

ore 16.00 - DAMSLab/Teatro
GRADI DI LIBERTA' N.2  Esperimento col pubblico

30 danzatori dell'Accademia di Alta Formazione Internazionale Anfibia guidati dal coreografo Carlo Massari di C&C Company si confrontano con "rivali" Robot sul piano della creatività. E' stato fornito a entrambi un alfabeto fisico. Danzatori e robot hanno lavorato creando micro-coreografie a partire dallo stesso vocabolario fisico e da una forte limitazione delle possibilità: pochi movimenti, musiche prefissate, durata per ciascuna sequenza 2min. L‘esito è aperto al pubblico che potrà votare il grado di creatività e artisticità espresso dal robot rispetto a quello degli artisti umani. Le danze artificiali saranno interpretate da una simulazione 3D del Robot Nao.


Nell'ambito dell’edizione zero di LUCY FESTIVAL (Bologna, Forlì | 2-8 dicembre), festival di arti performative e linguaggi della scena technologically oriented, ideato dalla Compagnia Sblocco 5 e la direzione artistica di Ivonne Capece e Micol Vighi. Lucy è un festival multidisciplinare che coinvolge il pubblico nella scoperta delle nuove frontiere di arte e tecnologia, attraverso tutti i linguaggi espressivi e la loro innovazione: spettacoli, concerti, danza, performance, experience, workshop, letture, conferenze, installazioni. Ricordi arcaici, passato storico e futuro  mitico, attraverso il propagarsi dell‘uso della tecnologia, per indagare l‘impatto che l‘essere umano ha sul mondo e sulla specie. Programma completo a questo link


dalle 15:00 alle 17:00 

www.sblocco5.com/lucy-audio

site.unibo.it
www.facebook.com/damslab.lasoffitta