Cultura Bologna
copertina di Data Wanderings
dal 13 al 28 ottobre 2023 @ Sala della Musica

Data Wanderings

Installazione sinestetica

Data Wanderings è una installazione sinestetica che sfida i confini tra arte e tecnologia trasformando la crudezza dei dati in un viaggio sensoriale memorabile. L'installazione audiovisiva è stata concepita con l'obiettivo di far esperire all'utente una simulazione fisica dell'interazione virtuale con la mole di dati proveniente dal knowledge graph del progetto "Polifonia".

Data Wanderings invita gli spettatori a intraprendere un viaggio attraverso il labirinto intricato dei dati, a scoprire le melodie segrete dei numeri e ad abbracciare il potenziale creativo e informativo che risiede in essi.

Il database Polifonia Choco raccoglie dati sugli accordi estratti da una serie di canzoni. Tutti gli accordi delle canzoni sono elencati in sequenza temporale in una tabella, convertiti in una serie di note e nelle relative frequenze sonore.

Nell'installazione interattiva, le otto frequenze di ogni accordo sono tradotte direttamente in pixel e creano otto modelli misti per ottenere i modelli finali di "rumore visivo".

Le frequenze producono anche una colonna sonora generativa attraverso la sintesi FM per creare una folle Orchestrion digitale (www.wiki/Orchestrion).

La sfera che fluttua al centro dello schermo funge da interfaccia con i visitatori ed è generata utilizzando le copertine degli album e i singoli da cui sono stati ricavati i dati sugli accordi. I movimenti delle persone vengono rilevati con una telecamera, analizzati e utilizzati per influenzare le immagini e il suono, controllando un filtro passa-basso.

Polifonia video back end

 

Art Direction: Umanesimo Artificiale | Concept: Filippo Rosati, Alex Piacentini | Data Analysis: Alex Piacentini, Andrea Poltronieri, Jacopo de Berardinis | Creative Coding: Alex Piacentini  | Sound Design: Alex Piacentini | a cura di: Federica Patti Progetto di POLIFONIA

 

Opening: 13 Ottobre 2023, ore 18:00

Orari apertura

Fruizione del pubblico libera e indipendente

 

Umanesimo Artificiale è un'associazione culturale che lavora con tecnologie esponenziali in campo artistico ed opera in tutto il mondo da Fano, in Italia, con una rete di partner europei.

Umanesimo Artificiale nasce con l'intento di indagare cosa significa essere umani nell'era dell'intelligenza artificiale.

Promuove il pensiero creativo-computazionale attraverso il canale delle arti digitali e dello spettacolo, sensibilizzando ad una relazione fertile tra esseri umani, artist* e nuove tecnologie. www.umanesimoartificiale.xyz 

 

Alex Piacentini è artista visivo, designer grafico e sviluppatore web. Utilizza il web e altri media digitali come materiali multidimensionali in cui spazio, tempo, dati e interattività si fondono, creando intersezioni tra design generativo, visualizzazione di dati, interfacce, suono e immagini.

 

Polifonia, progetto finanziato dal programma Europeo Horizon 2020 con lo scopo di ricreare le connessioni tra musica, persone, luoghi ed eventi dal XVI secolo fino ad oggi, sta sviluppando strumenti di intelligenza artificiale che permetteranno di navigare attraverso un’incredibile patrimonio musicale, per capire come la musica è cambiata e ha reagito al contesto sociale e politico negli ultimi sei secoli.

Polifonia sta sviluppando questo viaggio utilizzando come driver dieci pilot che riguardano la conservazione, la gestione, lo studio e l'interazione con il patrimonio musicale.

Il consorzio di Polifonia è un gruppo interdisciplinare composto da ricercatori e amanti della musica: informatici, antropologi ed etnomusicologi, storici della musica, linguisti, archivisti del patrimonio musicale, amministrativi e professionisti creativi.

Tutte le info sul progetto sono disponibili sul sito: www.polifonia-project.eu