Cultura Bologna
copertina di Cosine robette
30 dicembre 2022, 21:00 @Teatro Biagi D’Antona, via G. La Pira 54, Castel Maggiore, Bo

Cosine robette

Roberto Latini, Angela Malfitano e Francesca Mazza

di Pierre Notte
traduzione di Anna D’Elia
mise en espace a cura di Angela Malfitano e Francesca Mazza/Tra un atto e l’altro

 

Questi “nove pezzi non proprio facili” mettono in scena una galleria di personaggi presi in prestito soprattutto – ma non solo – all’universo fiabesco classico dei fratelli Grimm. Fate ranocchi, principi più o meno azzurri, streghe cattive, ma anche zebre, giraffe, stelle e piantine, poliziotti e lupi mannari: l’elenco è lungo e gli accostamenti strampalati. Queste nove storielle agrodolci, per adulti dai sette anni in su, assemblano in modo inedito alcuni scampoli di fiabe, rimontandoli, però, al contrario: i ranocchi baciano le principesse trasformandole in batraci, gli uomini vogliono mutarsi in zebre per fuggire col loro amore a quattro zampe, i bambini divorano i lupi, e gli occhiali cadono verso l’alto, sovvertendo la forza di gravità. In questa stralunata galleria c’è posto anche per i grandi della storia, da Luigi XVI a Maria Antonietta, intenti a scambiarsi battute surreali mentre la rivoluzione è alle porte.
Minimo comune denominatore dei tanti quadretti è il ritmo scoppiettante del testo, il gusto per il calembour tipico dell’autore, che come una sorta di mago tira fuori dal cappello buffi accostamenti e sorprendenti assonanze.

A seguire brindisi di fine anno!