Cultura Bologna
copertina di Contronatura estate
3 settembre 2022, 19:00 @Luoghi vari, Bologna,

Contronatura estate

Crepuscoli, radure, fiori selvatici

CONTRONATURA ESTATE Crepuscoli, radure, fiori selvatici di Associazione Culturale Cantharide

Dopo il successo dell’edizione 2021, ritorna la rassegna estiva diffusa sul territorio metropolitano organizzata da Cantharide Teatro.

CONTRONATURA ESTATE 2022 prevede di 5 appuntamenti con spettacolo dal vivo tra Bologna e l’area di Zola Predosa, oltre al nuovo progetto di comunità “Amore e Psiche. Ricordi e racconti del primo amore”. Il progetto di comunità arricchisce infatti il cartellone estivo di tre eventi di spettacolo per le famiglie e tre incontri in forma laboratoriale rivolti ad anziani e famiglie, intorno alla parola “Amore” che coinvolgeranno alcuni centri sociali del territorio.
Spettacoli in angoli di prato, radure; un altrove che permette di condividere sintesi di pensiero in forma di musica, canto, poesia. Sui prati e nei cortili dei centri socioculturali per raccontare e ascoltare pensieri d’amore e poesia per attraversare i tristi accadimenti che ci circondano con passo leggero. I due progetti dialogano poiché al centro c’è un’indagine sui viaggiatori, i gitani, i grandi cantastorie, coloro che non hanno fissa dimora e spesso sono costretti a fuggire perché rifiutati o per evitare guerre e massacri.
La rassegna è stata realizzata in collaborazione con la Consulta dei Centri Socio-culturali del Comune di Zola Predosa e il Centro Sociale della Pace di Bologna 
In caso di maltempo il luogo alternativo sarà segnalato sul canale social del Teatro. 
L’accesso agli spettacoli è gratuito. Si prega di prenotare scrivendo a infocantharide@gmail.com tel. 3470138200 

PROGRAMMA

- Venerdì 8 luglio, dalle ore 18.00
Azienda Vitivinicola Gaggioli, Via Francesco Raibolini il Francia, 55, 40069 Zola Predosa
I FIGLI DEL VENTO Produzione Associazione Culturale Cantharide Di Elena Galeotti e Riccardo Marchi Con Riccardo Marchi canto, voce e percussioni Simone Marcandalli chitarre Elena Galeotti voce I musicisti Riccardo Marchi e Simone Marcandalli di Les Parapluies accompagnano la voce narrante di Elena Galeotti in un viaggio di musica cilena, tango, flamenco e cultura gipsy e le atmosfere del Romancero Gitano. di F. G. Lorca. Il progetto è realizzato in collaborazione con Zola Jazz& Wine. Musica, poesia e narrazioni dalla tradizione gitana si intrecceranno per valorizzare il racconto orale, che permette infinite varianti sugli stessi temi anche grazie agli apporti dalle altre culture, incontrate nelle migrazioni attraverso il mondo. Da qui la nostra esigenza di trascendere i confini, sfidare i pregiudizi geografici occidentali e gli atteggiamenti, ponendo attenzione alle minoranze:fisiche, culturali, religiose, di classe, partendo da un punto di vista mutevole, ma con radici antiche. Tramite l’arte, la musica e antichi aneddoti, partiremo dalle suggestioni che loro ci regalano, i gitani, i figli del vento, un popolo che viene da lontano e che ha trasportato nei lunghi viaggi modelli di identità e tradizioni.

- Martedì 12 luglio
Centro Socioculturale "Molinari" - Via Madonna dei Prati 81/3 Loc. Tombe Madonna Prati (BO)
Ore 18.30: laboratorio il mio primo amore
Ore 20.30: RACCONTO D’ESTATE (per bambini di tutte le età) di Compagnia Teatro Medico Ipnotico Burattinai: Patrizio Dall’Argine. Assistente: Veronica Ambrosini. Burattini, scene, costumi: Patrizio Dall'Argine, Veronica Ambrosini I protagonisti di questo spettacolo sono i bambini. I figli di celebri burattini, dall'emiliano Sandrone al francese Guignol, passano l'estate in città con altri amici, giocando sotto ad un ponte. Infatti nessuno ha un soldo per andare in vacanza. In un normale pomeriggio di canicola la realtà supera la fantasia, trasformando la noia in avventura. Questo racconto è ispirato ai film di Francois Truffaut, che nella sua opera ha sempre conservato uno sguardo verso l'infanzia, ai suoi incanti e alle sue amarezze.

- Martedi 19 luglio
Centro Socioculturale "Sandro Pertini" - Via Raibolini 44, 40069 Zola Predosa  Ore 18.30: laboratorio il mio primo amore
Ore 20.30: "I PEPPI E IL LIBRO DELLA PRINCIPESSA MAICONTENTA" (per bambini dai 3 anni) di Ambaradan teatro Di e con Martina Pizziconi Peppe Verde e Peppe Giallo trovano in biblioteca un magico libro impolverato, mai più aperto da anni e quasi illeggibile. I Peppi provano a spolverarlo, ma inutilmente...il libro non ne vuol sapere di farsi ripulire. La soluzione è una sola: entrare nel libro e vivere la storia che racconta…Da quel momento in poi, grazie all’aiuto dei bambini, Peppe e Peppe si trasformano nei protagonisti della storia che narra di una principessa capricciosa e mai contenta e dei tentativi della sua corte di farla felice.

- Giovedì 1 settembre ore 20.00
Centro Socioculturale "Sandro Pertini" - Via Raibolini 44, 40069 Zola Predosa AMORE E PSICHE o del mio primo amore Drammaturgia e regia Angela Antonini, Elena Galeotti Con Angela Antonini, Gianluca Balducci, Elena Galeotti, Riccardo Marchi Musiche Gianluca Balducci, Riccardo Marchi Uno speciale ringraziamento a Nicola Bruschi, Simone Marcandalli Produzione Cantharide Residenza Artistica Armunia Con il contributo di Comune Zola Predosa e Regione Emilia Romagna Lettura scenica ispirata alla favola di Apuleio, rivolta agli adolescenti nonché a tutti gli adulti curiosi di conoscere ‘La favola’ che sta all’origine del desiderio d’amore. I grandi viaggiatori senza fissa dimora, nel loro ruolo di narratori, hanno diffuso di paese in paese alcune varianti di questo racconto adattandolo alle diverse culture ed espressioni linguistiche. Non possediamo una lingua scritta ma una fusione di dialetti e accenti. Un vortice di suoni, piccoli canti della nostra tradizione popolare, voci e antiche preghiere. Una lingua che può parlare agli dèi. E noi, attori-vagabondi appassionati, torniamo alla dimensione orale per raccontare una storia senza tempo all’origine del mondo, qualcosa che appartiene da sempre all'uomo, una dimensione archetipica, la favola dell'essere umano. La Favola delle Favole.

- Venerdì 2 settembre dalle ore 16.00 alle ore 18.00
Centro Socioculturale “Falcone”, Via Tosarelli 4 - Loc. Riale (BO) Laboratorio rivolto ad anziani e bambini
Per info rivolgersi a elenagaleotticantharide@gmail.com “Il primo amore non si scorda mai?” Il laboratorio comunitario dal titolo “il primo amore non si scorda mai” intende raccogliere pensieri, ricordi, immagini, melodie sul primo amore reale o vagheggiato, sognato. Seduti in cerchio, nel parco del centro sociale, si intrecceranno i materiali di nonni e nipotini che racconteranno e insieme comporranno e agiranno la loro personale storia del primo amore. La giornata sarà documentata da una ripresa video.

- Sabato 3 settembre ore 19.00
Centro Socioculturale della Pace, Via del Pratello 53, BOLOGNA
AMORE E PSICHE o del mio primo amore Drammaturgia e regia Angela Antonini, Elena Galeotti Con Angela Antonini, Gianluca Balducci, Elena Galeotti, Riccardo Marchi Musiche Gianluca Balducci, Riccardo Marchi Uno speciale ringraziamento a Nicola Bruschi, Simone Marcandalli Produzione Cantharide Residenza Artistica Armunia Con il contributo di Comune Zola Predosa e Regione Emilia Romagna Lettura scenica ispirata alla favola di Apuleio, rivolta agli adolescenti nonché a tutti gli adulti curiosi di conoscere ‘La favola’ che sta all’origine del desiderio d’amore. I grandi viaggiatori senza fissa dimora, nel loro ruolo di narratori, hanno diffuso di paese in paese alcune varianti di questo racconto adattandolo alle diverse culture ed espressioni linguistiche. Non possediamo una lingua scritta ma una fusione di dialetti e accenti. Un vortice di suoni, piccoli canti della nostra tradizione popolare, voci e antiche preghiere. Una lingua che può parlare agli dèi. E noi, attori-vagabondi appassionati, torniamo alla dimensione orale per raccontare una storia senza tempo all’origine del mondo, qualcosa che appartiene da sempre all'uomo, una dimensione archetipica, la favola dell'essere umano. La Favola delle Favole.

Contenuto inserito il 23 giu 2022