copertina di C'è un soffio di vita soltanto

Lucy ha novantasei anni, nella sua casa le foto ingiallite dal tempo raccontano l’adolescenza di un ragazzo che all’epoca si chiamava Luciano e stava per vivere il periodo più terribile della sua vita.
Lucy è la donna transessuale più anziana d’Italia, una dei pochi sopravvissuti al campo di concentramento di Dachau ancora in vita. Con la sua vita racconta il Novecento, gli eventi di un’esistenza turbolenta diventano la metafora di un’umanità che non si arrende e fa tesoro del più grande dono della Storia: la memoria.


Incontro con i registi Matteo Botrugno e Daniele Coluccini, la protagonista Lucy Salani e Porpora Marcasciano, Simone Cangelosi, Ambra Guarnieri
In collaborazione con MIT e Fice Emilia-Romagna

contenuto inserito il 20 gen 2022
27 gennaio 2022, 20:00
@ Cinema Lumière

C'è un soffio di vita soltanto

la Cineteca per la Giornata della Memoria | (Italia/2021) di Matteo Botrugno e Daniele Coluccini (85’)