copertina di A scuola di magia

Il giovane Malf desidera con tutto il suo cuore diventare un grande stregone, per questo diventa l’apprendista di un potentissimo mago, ma avere a che fare con la magia è molto più complicato del previsto e in un susseguirsi di esilaranti incidenti Malf si metterà nei guai.

Soltanto con l’aiuto del mago e dei folletti del bosco riuscirà a risolvere tutto e a imparare che per riuscire in qualunque impresa sono indispensabili volontà e impegno.
Lo spettacolo affronta con allegria e leggerezza il tema della fiducia nelle proprie capacità, dell’importanza della forza di volontà e dell’impegno, fondamentali per raggiungere i propri sogni. Un ragazzo privo di esperienza nel campo della magia vuole mettersi in gioco e, nonostante le gags divertenti che lo vedono fallire in qualsiasi prova, non si perde d’animo e continua a mettercela tutta pur di realizzare il suo più grande desiderio.

Divertimento e tanta animazione sono gli ingredienti principali di questo spettacolo, dove però non manca il finale poetico in stile Fantateatro.
Il giovane Malf infatti, con il cuore pieno di speranza e aspettative, riuscirà a commuovere il severo mago che deciderà di ammetterlo tra gli allievi della sua scuola, dandogli la possibilità di crescere e imparare al suo fianco.


Età consigliata: dai 4 anni in su

contenuto inserito il 23 mar 2022 — ultimo aggiornamento il 28 mar 2022
22 settembre 2022, 18:00
@ Teatro Mazzacorati 1763

A scuola di magia

Fantateatro al Teatro Mazzacorati