copertina di Pane

Teatro Ridotto presenta la sua nuova stagione di prosa con un cartellone composto da una moltitudine di artisti, gruppi, accademici e progetti che sono il risultato del lavoro e delle collaborazioni sviluppate durante i suoi 38 anni di attività. Forte di questa varietà, la scelta del nome Pane vuole porre l’attenzione su come gli eventi di una stagione teatrale, a dispetto di ciò che era scontato prima degli anni della pandemia, costituiscano in realtà un tipo di nutrimento per i cittadini, quello culturale, e soprattutto su come questo sia essenziale per essi, come il pane. La stagione 2022 di Teatro Ridotto vuole essere una risposta alle difficoltà che il settore culturale sta affrontando in questi anni di restrizioni e sacrifici dovuti alla sicurezza sanitaria, nonché dare il suo contributo alla rivalorizzazione delle attività e proposte culturali come irrinunciabili per la salute comunitaria e sociale.

Dopo la presentazione della Biblioteca Torgeir Wethal, inaugurata a dicembre 2021, la stagione di prosa 2022 di Teatro Ridotto comincia il 15 gennaio, proponendo un cartellone caratterizzato da una grande varietà, sia nelle tipologie di proposte artistiche che nelle generazioni dei protagonisti coinvolti. Anche questa stagione, che beneficia del contributo della Regione Emilia Romagna e del Comune di Bologna, vuole distinguersi per la sua ricchezza e per la sua offerta multidisciplinare, con appuntamenti che abbracciano generi diversi come la letteratura, la prosa, la musica, il monologo d’attore, la commedia, la tragedia e poi ancora incontri, residenze e formazione in virtù della particolare attenzione alle nuove generazioni di artisti che il Teatro Ridotto continua a portare avanti e vuole incrementare sempre più nei prossimi tempi.


A inaugurare la stagione il 15 gennaio 2022 sarà il Teatro Dell’Albero con uno spettacolo su Dante e i primi 8 canti del suo inferno, il giorno 22 gennaio invece Deinos Teatri, una delle compagnie di giovanissimi in residenza al Teatro Ridotto, presenterà uno spettacolo in occasione della giornata della memoria. Il 29 gennaio si terrà il concerto di musiche tipiche del sud-Italia con Mico Corapi e Vittoria Agliozzo.
All'inizio di febbraio il gruppo tutto al femminile Cadavere Squisite con uno spettacolo che unisce la commedia, il teatro e la musica. Il 19 febbraio Filippo Poppi e la sua Fantastica Band porteranno un concerto da tipica balera emiliana e il 27 febbraio invece, in orario pomeridiano, il Professor Marco De Marinis riflette assieme agli amici e colleghi, Professor Marcello Gallucci e Professoressa Florinda Cambria, sulla figura di Artaud a partire dai loro ultimi lavori letterari.
Il giorno 11 marzo il Teatro C’Art presenta uno spettacolo sulle storie di “ordinaria follia”. Dal 16 al 18 marzo l'attore e maestro iracheno Kassim Bayatly (Teatro Arcano) terrà un seminario teatrale e, il 19 marzo, presenterà il suo spettacolo che riflette sui rapporti tra umani e animali. Il 27 marzo il giovane Alessandro Casiglia presenta uno spettacolo nel quale la tragedia Sofoclea di Antigone viene adattata a monologo. Dal 28 marzo al 1 aprile Teatro Ridotto presenta un seminario sull'allenamento dell'attore condotto da Lina Della Rocca.
Aprile è il mese dedicato ai gruppi di giovani artisti emergenti: Solve Coagula, gruppo attualmente in residenza presso il Teatro Ridotto, porterà il 2 aprile uno spettacolo frizzante che riflette sul problema della finzione teatrale; il 23 aprile sarà invece il Collettivo Hospites, che la residenza artistica presso il Teatro Ridotto l'ha svolta da dicembre 2018 a ottobre 2021, a portare in scena il suo spettacolo originale sulle possibilità e gli utilizzi del linguaggio.
A maggio torna in primo piano la formazione dell’attore, dal 17 al 19 infatti, Regula Contra Regulam Teatro realizzerà 3 giorni di residenza incentrata sulla ricerca come spazio da curare, per il singolo attore, parallelamente alla produzione. Il 19 maggio Mario Biagini, del Workcenter of Jerzy Grotowski and Thomas Richards, porterà in scena una personale rielaborazione del testo leopardiano La Ginestra. Dal 20 al 22 maggio, si terrà la tredicesima edizione dell'importante progetto internazionale Finestre sul Giovane Teatro il quale, dedicato al training dell’attore, riunisce artisti che per 3 giorni convivono scambiandosi i segreti del proprio mestiere. Il 27 maggio l’ensable di arpe celtiche Lyrae porta in scena un concerto diretto dalla musicista, maestra e compositrice Marianne Gubri.
La stagione si conclude domenica 11 settembre con l'ottava edizione de Al Crepuscolo I Poeti, evento dedicato agli artisti amatoriali Over 50 del territorio e la restituzione dei laboratori annuali gratuiti che il Teatro Ridotto offre.

Programma completo a questo link
 


Prezzo biglietti per gli spettacoli:
- intero 10 euro
- ridotto 8 euro (Soci AICS, under 14)

La prenotazione è obbligatoria. Per informazioni e prenotazioni: teatroridotto@gmail.com | 3339911554 - 3497468384

È richiesto il Green Pass rafforzato

Autobus 87, 13 dal centro di Bologna. Parcheggio interno


www.teatroridotto.it

www.facebook.com/teatroridottobologna

contenuto inserito il 11 gen 2022 — ultimo aggiornamento il 13 gen 2022

Pane

Stagione teatrale 2022