Denominazione Comunale d'origine - De.Co. Bologna

 

 

Prodotti agro-alimentari, saperi artigianali, eventi e cultura ci appartengono e hanno un legame con il territorio. Attraverso l’istituzione della Denominazione Comunale e il Regolamento per la tutela e la valorizzazione dei saperi, delle attività e delle produzioni agro-alimentari tipiche locali e tradizionali, il Comune di Bologna intende curare la promozione e lo sviluppo del territorio.


Nel caso di prodotti agro-alimentari, la De.Co. Bologna può essere estesa ai comuni della Città Metropolitana che ne facciano richiesta.

Con la De.Co. riconosciamo, tuteliamo e valorizziamo ancora di più i tanti modi di fare Bologna. 

Perché diventare De.Co.?

Logo_deco_timbro.png.jpg

L'attestazione De.Co. Bologna mira a salvaguardare, valorizzare e promuovere al grande pubblico le risorse del territorio, le culture locali, le peculiarità produttive, i saperi e le attività tradizionali maggiormente rappresentative dell’identità locale per metterle al centro del sistema di promozione della città.

Ottenere la De.Co. significa entrare a far parte di una rete di enti, produttori, organizzazioni e imprese che sono riconosciute come fortemente identitarie della città di Bologna e contribuiscono a salvaguardare le tradizioni e le culture locali. 

Le realtà che ottengono il riconoscimento De.Co. possono utilizzare il logo ufficiale De.Co. Bologna per promuovere le proprie produzioni e attività e godere di attività di promozione ideate e pensate specificatamente per loro dal Comune di Bologna e non solo.

Nel caso di prodotti agro-alimentari, la De.Co. Bologna costituisce inoltre una forma di garanzia per il consumatore, in quanto attesta l'origine, la genuinità, la composizione e le modalità di preparazione dei prodotti, in virtù di specifici disciplinari di produzione, stabiliti dal Comune, nel rigoroso rispetto degli usi, delle consuetudini e delle tradizioni locali.

De.Co. si diventa! Come?

DEC_sito2.png

Le segnalazioni di prodotti, eventi, manifestazioni, attività e saperi tradizionali da iscrivere nel registro o nell’albo De.Co. Bologna possono essere proposte da chiunque ne abbia interesse, quindi sia da singoli cittadini che da enti o associazioni, così come produttori locali, artigiani, e organizzazioni culturali che operano a Bologna e in tutto il territorio metropolitano. In quest'ultimo caso è il Comune dell'area metropolitana che si fa portavoce del proprio territorio e presenta la domanda.

Le domande possono essere di due tipologie, in entrambi i casi vanno presentate attraverso un modulo online accessibile con credenziali FedERa oppure SPID:

1. Segnalazione di produzioni agro-alimentari, di eventi tipici e di saperi tradizionali del territorio

Con la segnalazione si possono candidare prodotti agroalimentari e saperi tradizionali per ottenere il marchio De.Co. Bololgna.

E’ possibile segnalare anche manifestazioni fortemente identitarie per il territorio che si svolgono con continuità da almeno 3 anni. Una volta ottenuto il marchio gli eventi verranno iscritti nell’Albo comunale delle iniziative e manifestazioni De.Co.

2. Richiesta d'iscrizione della propria attività al Registro De.Co.

La richiesta di iscrizione è riservata a produttori, distributori e promotori che vogliono ottenere per la propria attività il riconoscimento De.Co. Bologna.

La segnalazione e la richiesta d’iscrizione non prevedono alcun costo per i promotori a esclusione delle spese di bollo.

Vai al form!

Leggi il Regolamento

DEC_sito3.png

Trovi il Regolamento per la tutela e la valorizzazione dei saperi, delle attività e delle produzioni agro-alimentari tipiche locali e tradizionali a questo link

Per maggiori informazioni, scrivi a deco@comune.bologna.it

4 ottobre 2022 | A Palazzo Re Enzo torna il Festival del tortellino

 
 
 
locandina X festival del Tortellino.jpg
Il tortellino bolognese e il suo festival, che lo scorso anno hanno ricevuto l'attestazione De.Co., tornano martedì 4 ottobre a Palazzo Re Enzo.
I migliori professionisti del gusto proporranno al pubblico il tortellino in 20 gustose ricette.
L'ingresso alla sala prevede l’acquisto di un coupon a 5.00 euro valido per l’acquisto a scelta tra un assaggio di tortellini, un panino con la mortadella, un dolce oppure un calice di vino e verrà inoltre proposto un carnet di 10 assaggi a 45,00 euro. Parte del ricavato sarà devoluto alla Fondazione Hospice MT. Chiantore Seràgnoli.

30 settembre 2022 | Il merletto De.Co. Aemilia Ars alla Biennale del Merletto

merletti-francesca  _54.jpg
Il merletto De.Co. Aemilia Ars partecipa alla 3° Biennale del Merletto di Venezia, a sostegno della candidatura alla lista del Patrimonio Culturale Immateriale dell'Umanità UNESCO del "Saper fare il Merletto". 
Le maestre merlettaie dell’Associazione Il merletto di Bologna - Aemilia Ars sono presenti al Museo di Palazzo Mocenigo per una giornata di dimostrazioni.

14 settembre 2022 | Bologna valorizza le sue eccellenze con 5 nuove attribuzioni del marchio di Denominazione Comunale d’Origine

tagliatelle-al-ragu.jpg

Da oggi altri cinque prodotti e saperi della tradizione bolognese ricevono il marchio di Denominazione comunale d’origine da parte del Comune di Bologna e si distinguono nel panorama delle eccellenze locali.

Sono il ragù, la tagliatella al ragù, lo strichetto, l’olio dei colli bolognesi e il tagliere dei Salsamentari ad aver superato l’esame della commissione di esperti che valuta l’iscrizione al registro De.Co. Bologna e che aveva promosso lo scorso anno il tortellino e il merletto con tecnica Aemilia Ars.

Allo scopo di promuovere e conservare nel tempo i sapori e i saperi che identificano il patrimonio culturale e popolare della nostra comunità, la Giunta comunale ha approvato la delibera che riconosce il ragù come uno dei prodotti più rappresentativi del territorio. Il ragù è il condimento tipico bolognese per antonomasia, una delle ricette più apprezzate e conosciute in Italia e anche all'estero. È tradizionalmente servito con la tagliatella all'uovo, ma è usato anche per condire altri tipi di pasta come gli strichetti, il tipico piatto contadino del passato.
Altra eccellenza che conquista la De.Co. è la rete di aziende agricole che coltivano olivo e producono l'Olio extra vergine Colli di Bologna, un olio patrimonio della cultura, storia e tradizione del territorio dei colli della provincia di Bologna, a sud della Via Emilia.
Infine entra nel registro delle De.Co. il tagliere dei Salsamentari, l’antipasto di salumi formaggi e sottoli accompagnato da pane tipico che si trova in tutti i locali e che, nella composizione presentata dai Salsamentari, mira a valorizzare e conservare l’unicità del patrimonio gastronomico del territorio metropolitano.

È stata deliberata dalla Giunta anche l’iscrizione nel registro dell'associazione Ragù The Real Bolognaise Sauce APS, dell’associazione Apostoli della Tagliatella e della Rete olio extravergine Felsineo per la loro attività di promozione e produzione dei nuovi prodotti De.Co.

22 - 24 aprile 2022 | La De.Co. partecipa a Cibò. So Good! Il Festival dei Sapori d'Italia

a Palazzo Re Enzo

cibo_2019.png

Dal 22 al 24 aprile, a Palazzo Re Enzo si terrà la IV edizione del festival nazionale che promuove il territorio e le sue tradizioni gastronomiche, che avrà quest'anno un focus sulle eccellenze dell’Appennino. Il format di Cibò So Good! è articolato per aree tematiche con food talk in cui raccontare i valori del territorio italiano e le specialità della tradizione gastronomica, story cooking con show culinari live.

Nell’ambito dell’evento sabato 23 aprile sono previsti due momenti dedicati alla De.Co.

​Il primo, dalle 11.00 alle 12.30, sarà un incontro a porte chiuse a cui saranno invitati a partecipare tutti i sindaci dell'area metropolitana interessati a questa operazione per condividere progettualità, forme di collaborazione tra De.Co. Bologna e altre De.Co. del territorio metropolitano e future azioni di comunicazione.

Il secondo, dalle 14.30 alle 15.30, sarà un talk show di presentazione della De.Co Bologna con visione metropolitana, aperto al pubblico, con carattere divulgativo e culturale.

Programma e maggiori informazioni qui

7 dicembre 2021 | Il Merletto di Bologna riceve il riconoscimento De.Co. dal Comune

consegnata l’attestazione all’Associazione Il Merletto di Bologna in occasione dell’inaugurazione della mostra Aemilia Ars, merletti di Bologna dal 1901 al 2021 a Palazzo d'Accursio

decomerletti.jpg

Consegnato il 7 dicembre il riconoscimento De.Co. Bologna (Denominazione Comunale d’Origine) alle rappresentanti dell’associazione Il Merletto di Bologna per il loro impegno nel tramandare e valorizzare il sapere tradizionale del merletto ad ago nato in città e conosciuto come Aemilia Ars. La consegna è avvenuta in occasione dell'inaugurazione della mostra Aemilia Ars, merletti di Bologna dal 1901 al 2021, promossa dall’associazione e curata nell'allestimento dall’artista bolognese Flavio Favelli, che si è svolta nella Manica Lunga di Palazzo d'Accursio fino al 15 dicembre 2021.

Con la De.Co. Bologna vogliamo valorizzare e promuovere la cultura e i saperi del nostro territorio, salvaguardando tipicità e tradizioni storiche – spiega Elena Di Gioia delegata del Sindaco alla Cultura – È importante tutelare e trasmettere il sapere tradizionale del merletto bolognese incentivandone la ricerca storico artistica, promuovendo professionalità e attività didattiche. Per questo sosteniamo associazioni come Il Merletto di Bologna che svolgono un prezioso lavoro di promozione di quest’arte rivolto alle giovani generazioni.

Tra le primissime De.Co. approvate dal Comune di Bologna e iscritte nel registro comunale rientrano sia il merletto ad ago con tecnica Aemilia Ars, sia l’associazione il Merletto di Bologna che lo promuove.

27 ottobre 2021 | All’Associazione Tour-tlen e al Festival del tortellino le prime De.Co.

la consegna delle attestazioni dalle mani del sindaco Lepore durante la cena di gala a Palazzo Re Enzo

consegna-attestazione-de.co-a-palazzo-re-enzo_cropped.jpg

Durante la cena di gala per la IX edizione del Festival del Tortellino a Palazzo Re Enzo che ha visto ai fornelli rinomati chef del territorio, il Sindaco Matteo Lepore ha consegnato il riconoscimento De.Co. (denominazione comunale d’origine) al presidente dell’associazione Tour-tlen Alberto Borsarini, riconoscendo l’importante attività svolta dall’associazione e dal Festival per la promozione del tortellino bolognese anche oltre i confini cittadini.

L’iscrizione nel registro De.Co. Bologna significa il riconoscimento da parte del Comune della territorialità del sapere e dell’attività tradizionale locale e attesta la tipicità del prodotto o della sua tradizionale lavorazione, così come la sua composizione e le modalità di produzione, secondo apposito disciplinare.

7 settembre 2021 | Il tortellino e il merletto ad ago sono le prime De.Co. Bologna

Iscritte nel registro anche le associazioni “Il Merletto di Bologna” e “Tour-tlen” e il Festival del tortellino

Bologna ha i suoi primi riconoscimenti De.Co.

In seguito all’esame della commissione di esperti che valuta le domande, la Giunta ha approvato l’iscrizione nel Registro della De.Co. Bologna del tortellino come prodotto enogastronomico e del merletto ad ago con tecnica Aemilia Ars come sapere tradizionale. La Giunta ha deliberato inoltre l’iscrizione nel Registro dell'associazione "Il Merletto di Bologna", per l’utilizzo della tecnica Aemilia Ars del merletto ad ago e dell'associazione "Tour-tlen" per l'attività di promozione del tortellino e del Festival del tortellino come evento tipico.

Alla base del riconoscimento la consapevolezza che nessuna ricetta rappresenta Bologna quanto il tortellino e che la produzione dei merletti dell’Aemilia Ars, fondata nel 1898 a Bologna per promuovere la riqualificazione estetica e lo sviluppo produttivo delle arti decorative, rappresenta un patrimonio culturale attivo ancora oggi.

Un video per raccontare la De.Co. Bologna

De.Co. è il marchio che Bologna mette a ciò che ha la forma di Bologna.

Con la Denominazione Comunale riconosciamo, valorizziamo e tuteliamo ancora di più i tanti modi di fare Bologna: i saperi, le attività e i prodotti agro-alimentari legati alla storia e alle tradizioni del nostro  territorio.

Nel caso di prodotti agro-alimentari, la De.Co. Bologna può essere estesa ai comuni della Città Metropolitana che ne facciano richiesta.

Il video che racconta la De.Co. Bologna è realizzato con la direzione artistica di BAM! Strategie Culturali, testo e voce narrante sono di Nicola Borghesi.