cover of Cultura a Bologna. Pianificare e valutare l’impatto della cultura a Bologna

Il Dipartimento Cultura e Promozione della Città del Comune di Bologna ha avviato un progetto strategico di definizione di un nuovo strumento condiviso per la valutazione di impatto della cultura. Il progetto ha l'obiettivo di valutare, nel senso di dare valore, il potere trasformativo della cultura, come veicolo politico e democratico, sui cittadini, nella convinzione che la cultura crei occasioni di protagonismo civico e di partecipazione che possono essere misurati e raccontati. 

Si tratta di un percorso di confronto tra Amministrazione e operatori culturali, che parte dalla costruzione di una visione strategica della Cultura per Bologna che coordini l'azione di tutto l'ecosistema. 

Tale visione ruota intorno a cinque scenari di cambiamento chiave individuati dal Dipartimento Cultura e Promozione della Città sulla base dell’identificazione degli elementi identitari e differenzianti consolidati nella storia culturale della città, da un lato, e delle sfide presenti e future per il settore culturale, dall’altro:
- Geografie Culturali
- Cultura Come Rete
- Produzione Culturale
- Lavoro Culturale
- Sostenibilità (sociale, economica, ambientale) Culturale.
 

A partire da questi scenari sono state elaborate cinque visioni di impatto, ovvero di cambiamento desiderato nel lungo periodo per l’ecosistema culturale locale, a cui verrà ancorato il sistema di indicatori e linee guida per la valutazione di impatto

PERCHÉ LA VALUTAZIONE DI IMPATTO SOCIALE? 

A livello Nazionale, la Riforma del Terzo Settore ha formalizzato attraverso delle Linee Guida la Valutazione di Impatto come strumento strategico di dialogo tra il Terzo Settore e i propri stakeholder chiave, lasciando la libertà alle singole organizzazioni di costruire metriche di significato personalizzate, seguendo principi di redazione uguali per tutti.

A livello locale, il Comune di Bologna tramite la delibera 237/2019 si è aperto al tema dell’impatto, inteso come il valore generato dal sistema culturale sull’intero ecosistema cittadino.

Infine, a livello internazionale, in particolare nei paesi anglosassoni e scandinavi, l’impatto è sempre più frequentemente usato come strumento di pianificazione strategica a lungo termine. È adottato dai policy maker, dai soggetti erogatori e dai grossi player culturali. Aiuta a condividere scenari di cambiamento che si vogliono ottenere. 

Il dibattito e le pratiche fino ad oggi diffuse nel contesto europeo sull’impatto sociale generato dall’arte e dalla cultura si sono spesso concentrate su una valutazione in senso strumentale, ovvero hanno indagato il contributo del settore al raggiungimento di obiettivi di altre agende politiche in ambito sociale. Questo progetto concepisce la valutazione di impatto non solo in questa accezione, ma anzi intende valorizzare l’impatto della qualità più intrinseca dell’arte, talvolta anche fine a se stessa. 

Alla luce di tale direzione di cambiamento, il progetto si pone l’obiettivo di creare un framework di valutazione di impatto condiviso dall’Amministrazione e dagli operatori culturali convenzionati. La metodologia utilizzata si caratterizza per un approccio strategico e non rendicontativo: L’implementazione del progetto trae ispirazione dai principi dettati dalla Teoria del Cambiamento (Theory of Change), con l'ambizione di sottrarli alla dominanza del sociale e ri-contestualizzarli, in maniera sartoriale, in base alle esigenze e alle peculiarità del settore artistico/culturale, per costruire una visione - e un futuro processo di valutazione - capaci di rispettarne il valore più intrinseco. 

OBIETTIVI DI PROGETTO: 

Per il Comune

● promuovere, all’interno del Dipartimento Cultura, una visione di lungo periodo strategica e condivisa del ruolo della cultura e del suo impatto per la città  

● mettere a punto uno strumento di dialogo pubblico-privato condiviso e non imposto, posizionadosi nel dibattito nazionale e internazionale sul tema  

● avviare un processo di consapevolezza delle opportunità, strumenti, indicatori più adatti a  valutare le risorse, all’interno del settore culturale territoriale. 

Per l’ecosistema culturale bolognese

● crescere e consolidarsi come un settore che può contribuire in maniera innovativa e inedita al benessere della città e dei suoi abitanti, nonché all’identità complessiva della città; 

● sviluppare la capacità di promuovere all’interno delle organizzazioni una visione strategica  del proprio ruolo orientata a innovarne l’offerta; 

● diffondere una consapevolezza dell'impatto del sistema culturale sulla società, non solo usando indicatori classici (economici) ma promuovendo una riflessione sulle dimensioni di impatto della cultura. 

Il progetto prevede nei prossimi mesi una serie di appuntamenti di confronto tra il Dipartimento Cultura e Promozione della città e gli operatori culturali convenzionati.

Cultura a Bologna. Pianificare e valutare l’impatto della cultura a Bologna

Definizione di un nuovo strumento condiviso dall’amministrazione e gli operatori culturali per valutare il potere trasformativo della cultura