Capodanno 2021

Per la prima volta dopo quasi un secolo il Vecchione non ha bruciato in Piazza Maggiore: a mezzanotte il cuore del centro storico della città era deserto nel rispetto delle misure imposte dalla pandemia del coronavirus. Il rito scaramantico del rogo, che dal 1922 raduna nel cuore di Bologna la cittadinanza per salutare il nuovo anno sulle ceneri del vecchio, è stato annullato ma la tradizione è uno dei collanti più forti di una comunità, per questo il Comune di Bologna l'ha portata avanti, seppur rivisitata, e in continuità con la tradizione del Vecchione d’Artista ha coinvolto la disegnatrice Chiara Rapaccini in arte RAP, autrice, tra l’altro, delle irresistibili tavole degli ‘Amori sfigati’: una ‘matita’ capace di strapparci un sorriso.

Per abbracciarsi a distanza e scambiarsi un augurio di speranza il Comune ha invitato i cittadini a collegarsi al canale YouTube istituzionale, dove alle 23.45 del 31 dicembre è partita la sorpresa online: un poetico ‘corto d’autore’ in cui RAP ha reinterpretato il Vecchione in chiave digitale, sulle note di Futura di Lucio Dalla, con l'augurio di liberarsi dalle fatiche dell’anno trascorso; gli auguri di Vasco Rossi e Gianni Morandi; lo zibaldone di immagini da inizio Novecento ai giorni nostri della Cineteca; la grande musica del Teatro Comunale (puoi vedere qui il video con tutti i contributi).

Il Capodanno a Bologna è stato anche solidarietà: fino al 10 gennaio 2020 è stato possibile partecipare all’iniziativa di crowdfunding sulla piattaforma Ginger “Capodanno del cuore” a favore di Ageop Ricerca e Piccoli Grandi Cuori Onlus, due realtà che da decenni si occupano rispettivamente dei piccoli pazienti oncologici e cardiopatici congeniti e delle loro famiglie. 

Il progetto Capodanno 2021 è un'iniziativa promossa dal Dipartimento Cultura e Promozione della Città del Comune di Bologna, realizzato in collaborazione con MEC&Partners.

» Comunicato stampa 18 dicembre

» Comunicato stampa 29 dicembre

Il Capodanno del cuore

Prosegue fino al 10 gennaio l’iniziativa di crowdfunding “Capodanno del cuore” a favore di Ageop Ricerca e Piccoli Grandi Cuori ONLUS

ComuneBologna_Capodanno del cuore.jpg

Prosegue fino al 10 gennaio l’iniziativa di crowdfunding Capodanno del cuore” a favore di Ageop Ricerca e Piccoli Grandi Cuori ONLUS, due realtà che da decenni si occupano dei piccoli pazienti oncologici e cardiopatici e delle loro famiglie.

Per trasformare la tristezza in speranza e la mancanza in dono: durante la pandemia le due associazioni hanno dovuto infatti cambiare modalità operative, passando ai colloqui di psicoterapia individuali e ideando attività di giocoterapia su misura per poter lavorare in sicurezza. La donazione, anche di pochi euro, serve a sviluppare questi servizi e chi contribuisce riceverà in cambio originali ricompense in stile RAP in edizione limitata ed esclusiva: mascherine, magneti, quaderni, shopper, fino ai bozzetti inediti della campagna Capodanno 2021, prodotti in serie numerata e autografati dall’artista, un pezzo da collezione per i suoi tanti estimatori.

» Guarda le ricomperse firmate RAP in edizione limitata ed esclusiva per chi partecipa alla Campagna “il Capodanno del cuore”

La campagna “il Capodanno del cuore” è attiva da venerdì 18 dicembre fino al 10 gennaio sulla piattaforma ideaginger.it

Il video di Mezzanotte

Per abbracciarsi a distanza e scambiarsi un augurio di speranza il Comune ha invitato i cittadini a collegarsi alle 23.45 del 31 dicembre per bruciare insieme il Vecchione 2020 in chiave digitale, con un video in streaming dal canale YouTube dell’Amministrazione.

La sorpresa online, preparata dal Dipartimento Cultura del Comune di Bologna per la notte di San Silvestro, è un montato di oltre un’ora composto da diversi contributi video che spaziano dall’animazione d’artista alla grande musica, passando per le immagini suggestive selezionate dalla Fondazione Cineteca. In apertura, una sorpresa da parte di Gianni Morandi e Vasco Rossi, due “big” della scena musicale italiana col cuore bolognese.
 


 

È un corto d’autore il Vecchione virtuale del 2020 con le immagini di Chiara Rapaccini e le note di Futura di Lucio Dalla. È un poetico omaggio alla tradizione del rogo che abitualmente brucia in piazza Maggiore, quello animato dai disegni dell’artista RAP, ironici e commoventi al tempo stesso. Ci restituisce una metafora di quanto desideriamo lasciarci alle spalle: emozioni, immagini, rituali che hanno caratterizzato le nostre vite in questo anno appena trascorso, colpito dalla pandemia, e che speriamo di poter simbolicamente ‘bruciare’ per lasciare spazio ad un nuovo sorriso. Sullo sfondo una Bologna stilizzata e sognante, con i suoi simboli e le sue tradizioni.
L’inedita animazione a firma RAP per il Capodanno bolognese prende vita sulle note di Futura, la celebre canzone di Lucio Dalla che nel 2020 ha festeggiato quarant'anni e che è stata utilizzata grazie alla preziosa collaborazione di Fondazione Lucio Dalla, Universal Music Publishing Ricordi Srl, Emi Music Publishing Italia Srl e Sony Music Entertainment Italy spa. Futura è proprio il brano scelto durante queste festività come “colonna sonora” in via D’Azeglio, dove il “Consorzio dei commercianti di via D’Azeglio pedonale”, in accordo con il Comune di Bologna, la Fondazione Lucio Dalla, la Fondazione Sant’Orsola e Confcommercio Ascom Bologna, ha deciso di illuminare la strada anche grazie all’intervento artistico di Pablo Echaurren che interpreta la magia di Futura intrecciando il proprio immaginario con le parole di Lucio Dalla.


 

Anche la Cineteca di Bologna ha contribuito al video-saluto di Capodanno con uno zibaldone di immagini conservate nei propri archivi e non solo, che vanno da inizio Novecento al Capodanno 2020. Una carrellata di volti della bolognesità, accompagnata dalle musiche del maestro Daniele Furlati, per un augurio originale e intenso che ci invita a guardarci allo specchio e ricordarci da dove veniamo.
 

Il Teatro Comunale di Bologna, con la sua Orchestra e il suo Coro, ha proposto un concerto registrato a porte chiuse nella Sala Bibiena, trasmesso come contributo conclusivo nel video per celebrare il nuovo anno promosso dall'amministrazione comunale bolognese. L'Orchestra, diretta da Asher Fisch, presenta un programma ricco di celebri brani come l'Intermezzo dal terzo atto della Manon Lescaut di Giacomo Puccini e quello dalla Cavalleria rusticana di Pietro Mascagni, le ouvertures da Die Zauberflöte (Il flauto magico) di Wolfgang Amadeus Mozart, dal Barbiere di Siviglia di Gioachino Rossini e da Die Fledermaus (Il pipistrello) di Johann Strauss figlio, compositore del quale viene proposta anche la Pizzicato polka, e ancora l'Aragonaise dalla Carmen di Georges Bizet e l'ultimo movimento Saltarello (Presto) dalla Sinfonia n. 4 in la maggiore op. 90 “Italiana” di Felix Mendelssohn. Il programma è completato da alcune pagine interpretate dal Coro, guidato da Alberto Malazzi, ovvero quattro canzoni di Stephen Foster, il Cantique de Jean Racine op. 11 di Gabriel Fauré e Les Norwégiennes di Léo Delibes. La musica è inoltre accompagnata dalle immagini del capoluogo emiliano fornite dall'Associazione “Succede solo a Bologna APS”.

Gli auguri a casa

ComuneBologna_Banner_Cartolina.jpg

Nei prossimi giorni verrà distribuita direttamente a casa dei cittadini, nelle buchette delle lettere, una cartolina d’autore a firma RAP che rappresenta il desiderio del Comune di raggiungere tutti i bolognesi con un pensiero speciale che abbracci virtualmente l’intera città in un momento faticoso e, per molti, di solitudine e lontananza dalle persone care.

Come si usava fare una volta con i biglietti di auguri scritti a mano e conservati con affetto prima dell’avvento degli smartphone, la cartolina d’autore è un piccolo gesto simbolico di vicinanza e condivisione, con il quale il Comune si augura di portare un sorriso in ogni casa.

L’illustrazione in cartolina è l’omaggio a Bologna dell’artista, che per l’occasione ha reso uno dei simboli più iconici della nostra città – le due torri –  protagoniste animate di una vignetta.

Contemporaneamente, manifesti con i tipici personaggi di RAP si affacceranno sulle vie di Bologna.

Vecchi Vecchioni | and the winner is...

ComuneBologna_Banner_Vecchioni.jpg

Il primo dei bozzetti in serie numerata e autografato dall’artista è già stato aggiudicato al vincitore della call “Vecchi Vecchioni” che ha raccolto in una sola settimana ben 177 testimonianze dei bolognesi tra foto, video e ritagli di giornale sui Vecchioni del passato, arricchendo così la sezione tematica “La tradizione del Vecchione”.
Tra le immagini ricevute è risultata vincitrice quella di Sandro Rimondini che raffigura il Vecchione del 1996 ideato dal pittore e scultore belga Jean-Michel Folon. Medico del Bellaria e del Maggiore poi, classe 1933, il dottor Rimondini ha raccolto nel tempo immagini e articoli di giornale sui Vecchioni, dal 1988 ad oggi, e sarà premiato con il primo bozzetto d’autore autografato da RAP nell’ambito della campagna Capodanno 2021.

» Guarda la gallery con la selezione delle foto dei Vecchioni spedite dai cittadini

RAP, l'artista del Capodanno 2020 - 2021

ComuneBologna_Banner_Rap.jpg

“Sono onorata e felice di aver partecipato alla sfida creativa per inventare un Capodanno d’autore dedicato all’amata città di Bologna. Penso che l’ironia che mi appartiene, rispettosa della sensibilità dei cittadini in tempi così difficili, e l’innovazione creativa siano ingredienti indispensabili per far trascorrere ai cittadini bolognesi una fine d’anno leggera e fiduciosa nel futuro. Un capodanno quello tra il 2020 e il 2021, che resterà indimenticabile nel mondo”.

Chiara Rapaccini, in arte RAP, è nata a Firenze ma vive da tempo a Roma, dove ha la cattedra universitaria di Illustrazione per bambini presso l’Istituto Europeo di Design. Pittrice, scultrice, designer, illustratrice e scrittrice per grandi e piccoli. Vignettista per L’Espresso, ha collaborato con Espresso online come blogger e con Linkiesta come articolista.
Sue mostre personali sono state allestite a Roma, Milano, Venezia, Torino, Napoli, Osaka, Parigi, New York, Bruxelles, Tokyo. Compagna del regista Mario Monicelli, ha presentato il suo progetto “Mario Monicelli e Rap – 100 anni di cinema” a New York, Buenos Aires, Porto, Cuba e, in Italia, a Napoli e Venezia, alla Biennale del Cinema del 2015 e, insieme al fotografo Andrea Vierucci, alla GAMC Lorenzo Viani di Viareggio, in occasione del Lucca Film Festival 2016. 

La RAP è estremamente nota sui social, dove migliaia di followers (101mila su Instagram, quasi 200mila su FB) seguono i suoi ‘Amori sfigati’ (diventato anche un romanzo uscito per De Agostini nel 2020).

Cultura è Bologna Musei di Bologna Biblioteche di Bologna Patto per la lettura cittadellamusica.comune.bologna.it Incredibol Card Cultura