copertina di Non perdere il Treno!

È uscito il bando per assegnare 7 locali al Treno della Barca ad artisti, imprese, associazioni e professionisti in ambito culturale e creativo. Altri 4 locali dedicati ad agenti di prossimità e servizi socioeducativi del Quartiere.

La riqualificazione del Treno della Barca entra quindi nel vivo. Dopo la ristrutturazione di 11 locali di proprietà ACER con fondi europei, ora il Comune di Bologna li assegnerà per valorizzare l’area attraverso l’inclusione sociale, lo sviluppo economico e la rigenerazione urbana a base culturale.

Il Treno della Barca dal 2021 è uno dei portici di Bologna Patrimonio Unesco, in quanto espressione ed elemento dell’identità urbana della città.

Il primo passo avviene con la pubblicazione dell'avviso pubblico del Settore Cultura e Creatività consultabile online sul sito del Comune di Bologna.

Sarà possibile candidarsi fino alle ore 12 di martedì 10 maggio 2022. 

Sette i locali oggetto del bando che varranno assegnati gratuitamente per 4 anni. Situati all’interno del Treno della Barca tra via Da Vinci e via Tommaseo, sono messi a disposizione del Comune di Bologna a seguito di un Accordo Quadro siglato con la proprietà ACER, che ha permesso al Comune di ristrutturali grazie ai fondi europei FESR del PON METRO 2014-2020.

L’obiettivo dell’avviso è di contribuire a rigenerare la zona, grazie alla presenza di nuove attività professionali legate all’arte, alla cultura e alla creatività intese come acceleratori di sviluppo. Queste, con il loro insediamento animeranno i luoghi in maniera quotidiana e continuativa, elemento fondamentale per l’inclusione sociale e il benessere di zona e di comunità nonché per lo sviluppo di condizioni socio economiche migliori con particolare riferimento alle fasce giovanili e alle aree periferiche della città. 

L’avviso si inserisce in un’azione più ampia di riqualificazione dell’area che prevede azioni diffuse di welfare culturale promosse dal Settore Biblioteche del Comune di Bologna e nell’ambito del Patto per la Lettura.

I locali riqualificati con fondi europei PON METRO sono in tutto 11. Oltre ai 7 oggetto  del bando, altri due locali del Treno diventeranno la sede dei cosiddetti “Capitreno”, ovvero gli agenti di prossimità della Fondazione Innovazione Urbana che avranno un ruolo di community manager e raccordo fra le realtà che già popolano il Treno della Barca e quelle che si insedieranno. Inoltre hanno il compito di gestire le risorse, provenienti dai Fondi europei PON Metro, destinate alla realizzazione di attività e proposte culturali rivolte alla cittadinanza, da co-progettare e condividere con tutti gli assegnatari dei locali, con l'obiettivo generale di dare vita a una comunità attiva e ben integrata sul territorio. 

Infine due locali verranno assegnati ai Servizi educativi del Quartiere che svolgerà attività socio educative per bambine e bambini e adolescenti.

contenuto inserito il 7 apr 2022 — ultimo aggiornamento il 16 mag 2022
Il bando è scaduto il 10 maggio 2022

Non perdere il Treno!

a bando 7 locali della Barca per artisti, imprese, associazioni e professionisti in ambito culturale e creativo