Cultura Bologna
copertina di SCIE Festival
dal 20 set al 3 ott 2022 @luoghi vari, Bologna

SCIE Festival

corpo <> movimento  arte <> scienza | V edizione

STATO DI EMERGENZA [MUNUS]
E' CON LA CORDA ANTICA CHE POSSIAMO TESSERE LA NUOVA CORDA

Restano fili 
dai nomi appannati 
nomi di fuoco 
nomi rocciosi 
nomi scivolosi
ciò che è evidente 
le relazioni tra i nomi stanno mutando
emergenza dopo emergenza
il mondo di prima non c'è più
adesso
come stare nella lenta transizione?
adesso
quale filo tirare verso il futuro?

Il concetto veicolato dal titolo del Festival è il passaggio di materia, la trasformazione che essa subisce costantemente per restare parte del tutto. Un desiderio di attenzione verso ciò che resta, perché sempre resta qualcosa. Ogni azione, ogni movimento, ogni volo, lascia scie di materia che si trasformeranno in altra materia. E' sottile e spesso troppo lento per noi che corriamo! Eppure c'è, un residuo, uno strascico, una coda, una scia. E in qualche modo l' insieme delle scie che generiamo saranno eredità per le generazioni future, comporranno il mondo visibile e invisibile che abiteranno.
Come i fuochi d' artificio disegnano un cielo di fumo, particelle di zolfo, metalli, che creano uno spettacolo dietro lo spettacolo. Come alla fine di una performance, il palco si svuota degli attori/danzatori, eppure, qualcuno resta a guardalo come fosse pieno. 
E lo è, è pieno di quel residuo che ogni passaggio genera e che raramente nominiamo.
Riconoscendo la danza quale strumento di indagine sul corpo e il suo paesaggio, Scie facilita uno spazio d' incontro tra arti, scienze e culture. Auspicando l' integrazione tra ricerca teoretica e pratica, la condivisione di saperi senza vincoli di forma e genere, Scie tesse all' interno della sua programmazione, eventi di formazione sulla danza, spettacoli, incontri e tavole rotonde.

Nel 2021 Immunitas°Communitas, fu origine della nostra curatela: un tentativo di approfondire la relazione tra due concetti che negli ultimi anni hanno assunto un grande rilievo nei discorsi quotidiani. L'edizione del 2022, tiene quel seme che lega le due parole, il MUNUS, dono, scambio, collocandolo nel contesto di stato di emergenza: momento critico che rompe un equilibrio.  Emergenza etimologicamente significa far emergere, fare venire a galla. La crisi può manifestarsi come parentesi su una linea che si ritrova, o come pivot point da cui emerge un nuovo scenario.


www.sciefestival.com

prenotazioni.sciefestival@gmail.com  
whatsapp:+39 349 734 6539

Contenuto inserito il 12 set 2022